La CSS mette in primo piano le cure orientate alle esigenze dei pazienti e investe nella startup «Heartbeat Medical»

heartbeat-medical-start-up.jpg heartbeat-medical-start-up.jpg

La CSS vuole definire e misurare con maggiore precisione la qualità di una terapia. Perciò il maggiore assicuratore di base investe nell’azienda Heartbeat Medical, un fornitore leader di valutazioni, specifiche per il paziente, sul successo delle terapie. La qualità deve essere maggiormente considerata e remunerata anche nei contratti con gli ospedali.

La CSS si impegna in favore di cure mediche di alta qualità ed efficienti sotto il profilo dei costi. Per questo motivo, il maggiore assicuratore di base investe da un anno e mezzo in startup digitali. La CSS partecipa a quattro aziende e investe ora in Heartbeat Medical. La startup gestisce una piattaforma che collega sondaggi automatizzati fra i pazienti e dati clinici. I successi della terapia sono misurabili e la qualità della vita dei pazienti viene posta al centro dell’attenzione della decisione e del trattamento.

I dati come base per prendere le decisioni

I sondaggi di Heartbeat Medical incentrati sul paziente si basano sulla sistematica delle cosiddette «Patient-reported outcome measures» (PROMs). Le PROMs misurano come un paziente valuta il proprio stato di salute personale e allo stesso tempo mostrano l’effetto di una terapia. Con questionari standardizzati si registrano in maniera digitale, prima e dopo un intervento, dati sulla qualità della vita, sui sintomi e sugli effetti del trattamento. Gli specialisti in campo medico documentano ulteriori informazioni dall’anamnesi e le integrano con altri dati clinici. In questo modo si può confrontare e misurare lo stato di salute percepito dai pazienti durante o dopo la terapia. Su questa base di dati, il personale medico specializzato definirà in seguito, insieme ai pazienti, l’ulteriore percorso del trattamento. Già più di 30 ospedali svizzeri, tra cui l’Inselspital di Berna, puntano sulla piattaforma registrata di Heartbeat Medical come dispositivo medico.

Per un rimborso basato sulla qualità

Il percorso del trattamento basato sui dati non garantisce soltanto risultati misurabili e una maggiore qualità della vita per i pazienti. La migliore qualità delle cure mediche può contribuire a frenare i costi della salute. La CSS vuole porre maggiormente l’accento sulla qualità del trattamento e creare stimoli affinché essa sia ricompensata. Il maggiore assicuratore di base lavora con varie iniziative verso l’obiettivo di sistemi di rimborso qualitativi. Di questi fanno parte, oltre ai PROMs, anche l’approccio delle cure mediche basate sui valori (Value Based Health Care) e il progetto pilota «Patient Empowerment Initiative»: la CSS, SWICA, PwC, l’Ospedale universitario di Basilea e l’Ospedale cantonale di Winterthur stanno sviluppando un sistema tariffale basato sulla qualità dei trattamenti e sui benefici per i pazienti. Gli stimoli sono intesi a far sì che gli ospedali siano ricompensati per la crescente soddisfazione e per un calo del numero di interventi.


Per ulteriori informazioni