Perché l’assicurazione delle cure medico-sanitarie è obbligatoria?

Perché la cassa malati è obbligatoria? Perché la cassa malati è obbligatoria?

Spesso ci chiedono perché l’assicurazione di base sia obbligatoria. Quel che molti non sanno è che in Svizzera l’obbligo assicurativo è stato introdotto solo poco più di 20 anni. Con esso, la politica perseguiva tre obiettivi: rafforzamento della solidarietà, contenimento dei costi e offerta a tutti di un ampio approvvigionamento medico.

Dal 1996, tutti gli abitanti della Svizzera devono stipulare un’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. Essa è disciplinata da una legge (Legge federale sull’assicurazione malattie – LAMal). Circa 60 assicuratori non orientati al profitto offrono l’assicurazione di base. Dato che tutti si devono attenere alla legge, i prodotti possono essere strutturati solo secondo e prescrizioni di quest’ultima: i premi devono coprire i costi e non si possono realizzare profitti. L’Ufficio federale della sanità pubblica verifica che tutto funzioni come previsto.

Nell’assicurazione di base i costi aumentano ogni anno e ciò determina l’incremento dei premi. Continuiamo a ricevere domande di assicurati che si lamentano dell’obbligo assicurativo. Più d’uno pensa che farebbe meglio a non pagare i premi e a spendere i soldi per qualcos’altro. Però, è stato il popolo svizzero a decidere nel 1994 che l’assicurazione malattie diventasse obbligatoria. Perché? Con l’introduzione della LAMal, la politica perseguiva tre obiettivi:

  • contenere i costi
  • rafforzare la solidarietà
  • offrire a tutti un approvvigionamento medico ampio e di alto livello qualitativo

A tutti lo stesso

Prima dell’introduzione dell’obbligo assicurativo, in Svizzera molte persone non erano assicurate. Una malattia poteva perciò avere gravi conseguenze finanziarie. A causa delle differenti coperture assicurative, inoltre, non tutti potevano beneficiare di un approvvigionamento medico di alto livello qualitativo. Oggi non è più così: mediante l’assicurazione di base tutti possiamo usufruire delle medesime prestazioni mediche. Inoltre, le persone con redditi bassi sono sostenute dallo Stato mediante la riduzione dei premi.

Rafforzare la solidarietà

L’introduzione della LAMal ha anche rafforzato la solidarietà. Cosa significa questo? Tutti versiamo un contributo per l’assicurazione di base. Gli Svizzeri pagano in media 465 franchi al mese.

Con questo denaro si finanziano le prestazioni mediche di persone malate. Tendenzialmente, inoltre, i giovani sostengono gli anziani. Le persone sane finanziano dunque quelle malate e anche fra giovani e anziani si ha una ridistribuzione: questo è quel che s’intende con il termine “solidarietà”. L’assicurazione di base è un’assicurazione sociale. L’idea di principio alla base di essa è che non si usufruisca di prestazioni se non si è ammalati. Infatti, possiamo permetterci certi trattamenti solo se non tutti hanno problemi di salute. Paghiamo in media 5’580 franchi all’anno. Se ora una persona si ammala di cancro e ha bisogno di un medicamento, l’assicurazione di base lo paga: se dovesse pagarlo di tasca propria, ciò sarebbe quasi impossibile.

Costi in aumento

Infine, c’era l’obiettivo di contenere i costi nell’assicurazione di base, finora decisamente non raggiunto. Le cause di ciò sono molteplici. Spieghiamo qui quel che la CSS intraprende contro il costante aumento dei costi per la salute.