Revision TARMED / TARDOC

Il TARMED è dal 2004 la struttura tariffaria uniforme a livello nazionale per le prestazioni mediche ambulatoriali negli studi medici e in ospedali. Negli ultimi 15 anni TARMED non è stato sottoposto a un aggiornamento radicale. Di conseguenza, non riflette più correttamente i progressi tecnici e medici. Ogni anno, medici e ospedali conteggiano tramite TARMED prestazioni per 12 miliardi di franchi. I partner tariffari curafutura, FMH e CTM hanno ritenuto che la situazione della struttura tariffaria TARMED, non più appropriata, non sia più sostenibile e negli scorsi anni si sono quindi occupati intensamente dell'elaborazione di una nuova struttura tariffale delle singole prestazioni.

La CSS considera necessaria la revisione generale in partenariato della tariffa TARMED. La struttura tariffaria TARMED determina incentivi errati nel comportamento dei fornitori delle prestazioni, il che ha delle conseguenze negative sull'efficienza dei costi e sulla qualità della fornitura della prestazione.

Nel luglio 2019 ci siamo riusciti: la FMH e curafutura avevano sottoposto per l'approvazione una proposta tariffaria elaborata congiuntamente alla Commissione delle tariffe mediche (CTM) per l'assicurazione infortuni, invalidità e militare. Dall'esame del Consiglio federale è emerso che erano necessari ancora alcuni adeguamenti. Nel giugno 2020, curafutura e FMH hanno inoltrato al Consiglio federale un’aggiunta alla V.1.1 relativa alla tariffa medica TARDOC. Hanno concordato un concetto comune per la realizzazione dell’introduzione che garantisca la neutralità dei costi. Inoltre, il TARDOC unisce la maggioranza degli assicurati con CSS, Helsana, Sanitas, CPT e ora con l’adesione della SWICA. Nel marzo 2021, Curafutura e FMH hanno poi inoltrato all’UFSP la versione rettificata V. 1.2 del TARDOC come reazione alle osservazioni del rapporto di controllo dell’UFSP. Tra l’altro, sono stati presentati l’estensione della fase di neutralità dei costi da uno a due anni, un piano di progetto dell’ufficio tariffario ats-tms per l’aggiornamento costante del TARDOC, un manuale di tariffazione e prese di posizione di esperti. Purtroppo, il Consiglio federale non ha approvato la proposta di tariffa TARDOC a fine giugno 2021. Ha espresso il suo auspicio di una rielaborazione comune del TARDOC da parte di tutti i partner tariffali e di un nuovo invio alla fine del 2021. Sulla base del rapporto di controllo dell’UFSP, i partner tariffali hanno stabilito di comune accordo i punti prioritari per la rielaborazione: semplificare la tariffa, creare trasparenza, garantire la neutralità dei costi. Questi lavori sono conclusi: curafutura e FMH hanno presentato al Consiglio federale a dicembre 2021 una proposta di tariffa TARDOC versione 1.3 rielaborata. Purtroppo, non è stato possibile convincere gli altri due partner tariffali H+ e santésuisse a cooperare e a sostenere il TARDOC. Ora la decisione spetta nuovamente e si spera per l’ultima volta al Consiglio federale, che dovrà approvare il TARDOC, affinché possa entrare in vigore con effetto al 1° gennaio 2023.

Organizzazione tariffale ambulatoriale

Nell’estate 2021, nell’ambito del pacchetto di misure 1a per il contenimento dei costi, il Parlamento ha deciso la creazione obbligatoria di un’organizzazione tariffale per le tariffe mediche ambulatoriali. I lavori progettuali per l'attuazione dell’organizzazione sono in corso. L’istituzione di questa organizzazione tariffale è importante, poiché garantirà che in futuro le strutture tariffali ambulatoriali siano costantemente curate e, se necessario, adeguate.

A luglio 2019 la FMH e curafutura avevano sottoposto per l'approvazione una proposta tariffaria elaborata congiuntamente alla Commissione delle tariffe mediche (CTM) per l'assicurazione infortuni, invalidità e militare. Dall'esame del Consiglio federale è emerso che erano necessari ancora alcuni adeguamenti. I partner tariffari hanno in seguito apportato delle modifiche, inoltrate nel giugno 2020. Con l'adesione successiva di SWICA a Tardoc e l'accordo per un solo concetto concernente la neutralità dei costi, il Consiglio federale dispone ora di una proposta di tariffa supportata dalla maggioranza degli assicuratori malattia e in grado di ottenere l'autorizzazione. Ora la palla è passata al Consiglio federale: deve approvare Tardoc, affinché possa entrare in vigore il 1° gennaio 2022.

Dal suo primo giorno d’introduzione la struttura tariffale dovrà essere costantemente curata e, dove necessario, adeguata. Solo al momento dell’applicazione giornaliero della tariffa emergeranno le relative debolezze e lacune, che potranno poi essere eliminate in modo mirato e adeguato. Vengono inoltre create le basi e le condizioni per la prevista revisione annuale e l’ulteriore sviluppo della struttura tariffale. Per facilitare i futuri compiti dei partner tariffari, la CSS sostiene la creazione di un ufficio tariffario nazionale per la tariffa per singola prestazione ambulatoriale (analogamente a Swiss DRG). Con l’istituzione di un tale ufficio saranno risolti blocchi tariffari e ci si potrà attendere l’elaborazione professionale di una struttura tariffale conforme alla legge e perciò efficiente.

Il suo partner per la salute

Come partner per la salute ci impegniamo in favore di una vita sana, di una guarigione attiva e di una gestione consapevole della malattia.

Essere in buona salute
Alle nostre clienti e ai nostri clienti offriamo sostegno nel rimanere in equilibrio fisico e psichico.
Per una vita sana
Guarire
In caso di malattia e per le questioni mediche, aiutiamo le nostre clienti e i nostri clienti a orientarsi e a trovare rapidamente le risposte.
Guarire attivamente
Convivere con una malattia
Con offerte integrative permettiamo una gestione consapevole delle malattie croniche.
Gestire la malattia