Perché il cavolo è sano?

Perché il cavolo è sano? Perché il cavolo è sano?

Il cavolo è ricco di importanti vitamine e minerali – ed è una verdura di stagione.

Ammettiamolo: per molti, il consumo di cavoli non rappresenta uno dei più piacevoli ricordi dell’infanzia. Tuttavia, questa percezione preconcetta non tiene conto di come sia effettivamente molteplice l’utilità di questa verdura di casa nostra. E il suo gusto è migliore del suo aspetto. Fra i tipi di cavoli più noti vi sono senz’altro il cavolfiore, il cavolo cappuccio, quello rosso, i cavoletti di Bruxelles, la verza e i broccoli.

A tutti è comune l’essere decisamente a buon mercato, poveri di calorie e ricchi di vitamine. I cavoli contengono spesso più vitamina C delle arance o dei kiwi. Inoltre, forniscono un notevole apporto di magnesio, potassio e calcio. Non vanno dimenticati i crauti, derivati dalla fermentazione lattica del cavolo cappuccio. Con tale procedimento, rimangono in gran parte intatte le importanti vitamine e sostanze minerali. È stato attestato anche che il cavolo, in particolare i broccoli, ha addirittura un effetto preventivo sul cancro.

La forma non ha importanza: il cavolo è LA verdura invernale per eccellenza. Consumandolo, si fa qualcosa di buono per la propria salute e anche per l’ambiente, visto che cresce anche con temperature fredde nei campi di casa nostra. I cavoletti di Bruxelles, ad esempio, sono particolarmente gustosi quando hanno superato la prima gelata.

I ricordi d’infanzia relativi a questa verdura sono probabilmente piuttosto contraddittori perché spesso viene cotta troppo e dunque risulta una «pappetta», o perché la si condisce in modo troppo monotono.

Panoramica dei premi della cassa malati 2021

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Cambiare alimentazione
Impari a nutrirsi in modo vario, equilibrato e ricco di sostanze vitali.
All’offerta
Conto della salute
Diamo il nostro sostegno per farla rimanere in buona salute e partecipiamo ai costi della consulenza nutrizionale.
Maggiori informazioni
Ipertensione
Cosa fare? Chiariamo le sue domande e la aiutiamo offrendo consulenza gratuita.
Registrarsi adesso