Il supereroe con protesi high-tech

hightech-prothese.jpg hightech-prothese.jpg

Si impegna come supereroe con una sola mano per i bambini con una disabilità fisica, combatte il mobbing e affronta la vita quotidiana con la protesi high-tech di ultima generazione, disponibile sul mercato.

Intervista con Michel Fornasier alias Bionicman

Lei è nato senza mano destra. Come ha vissuto la sua infanzia?

Mio fratello più giovane avente entrambe le mani e io abbiamo potuto crescere in un ambiente molto protetto. I miei genitori ci hanno cresciuti esattamente allo stesso modo: con lo stesso rigore e lo stesso amore. Non ho mai ricevuto un trattamento speciale solo perché mi manca la mano destra. E penso che questo sia stato molto importante. È importante che le persone con disabilità non vengano trattate in modo diverso, perché facciamo tutti parte di questa comunità.

Quando ha ricevuto la sua prima protesi?

Ho ricevuto la mia primissima protesi all'età di sette anni. Si trattava di una protesi puramente estetica senza funzionalità, una sorta di «mano a toppa». Era color pelle, ma non era comunque una mano umana. Non ho mai accettato questa protesi.

Come reagiscono le persone alla sua mano mancante o alla sua mano protesica?

In passato, la gente ha sempre provato una sorta di compassione. Immagino che pensasse: «Oh, quel povero ragazzo, quel pover uomo; probabilmente non riesce nemmeno a chiudersi da solo la giacca o ha bisogno di aiuto per allacciarsi le scarpe».

Oggi l’ottica delle persone è completamente diversa: guardano questa mano da fantascienza e ne sono affascinate.
Michel Fornasier

Ora la gente si approccia a me in modo molto positivo e mi chiede «come funziona?» La gente è entusiasta di questa tecnologia.

Lei indossa da qualche anno una protesi bionica per sostituire la mano. Cosa la distingue esattamente?

Questa protesi bionica della mano è attualmente la più moderna nel campo delle protesi. La mano artificiale ha sei motori indipendenti e un’invasatura in fibra di carbonio. Può eseguire molto di più di un semplice movimento di presa. Con l'aiuto di un'applicazione per smartphone posso scegliere tra 25 diversi tipi di impugnatura e quindi programmare individualmente la mia protesi della mano. C'è, per esempio, una presa a pinzetta che è molto pratica per mangiare i popcorn al cinema. Inoltre, posso controllare la mia protesi tramite dei microchip, che per esempio sono attaccati alla mia bicicletta. Sui piccoli oggetti rettangolari è programmato un modello di presa; quando la mia mano si avvicina comunica con essi via Bluetooth e imposta la giusta presa per afferrare il manubrio della bicicletta.

Come controlla esattamente questa mano?

Nel mio braccio destro è ancora presente l'avambraccio completo. Posso anche muovere il polso su e giù per attivare i muscoli flessori ed estensori dell'avambraccio. Due elettrodi sono integrati nell'invasatura di questa protesi della mano, uno sopra e uno sotto. Questi due elettrodi fungono da punti di contatto. Se piego il polso verso l'alto, il muscolo superiore tocca l'elettrodo superiore e fa aprire la mano. Quando piego il polso verso il basso, il muscolo inferiore tocca l'elettrodo inferiore e fa chiudere la mano. Grazie ai modelli di presa e alle diverse contrazioni muscolari definite nell'app per smartphone, posso eseguire diverse prese e persino muovere le singole dita.

Sembra complicato e richiedere un duro allenamento.

Sì, mi ricordo quando mi sono esercitato per la prima volta a lanciare un pallone. C'è voluto tempo perché la palla volasse finalmente nella giusta direzione.

Questo mi ha mostrato che il nostro corpo umano è una vera meraviglia.
Michel Fornasier alias Bionicman

Quante cose che servono per alzarsi la mattina: le gambe camminano dalla camera da letto alla cucina, le mani prendono il muesli e afferrano il cucchiaio. Per questo abbiamo bisogno di capacità motorie fini, impulsi muscolari, nervi e molto altro ancora. Con tutta l'euforia per l'intelligenza artificiale, la tecnologia medica e la robotica, non dovremmo mai dimenticare l'essere umano, che è sempre unico e un miracolo. Inoltre, i mesi di allenamento con la mia protesi della mano solo per essere in grado di eseguire rudimentali posizioni di presa mi hanno anche reso grato di avere una mano sinistra umana.

Ci sono cose che preferisce fare senza protesi?

Sì, ci sono molte cose che riesco a fare meglio senza protesi. Infatti, ho vissuto a lungo senza protesi. Per esempio, allaccio molto più facilmente le mie scarpe senza protesi.

Quali ulteriori funzioni desidererebbe?

La mia protesi bionica copre circa il 15% della mobilità di una mano umana. Ora si può dire, meglio il 15% che niente; ma c’è ancora molto potenziale. La velocità, ad esempio, è uno di questi aspetti. Se le dita della protesi potessero muoversi più velocemente, sarebbe molto utile. Anche il peso potrebbe essere ottimizzato. La protesi pesa 2,8 kg ed è quindi abbastanza pesante. Quando indosso la protesi per otto o nove ore, la sera sento dei muscoli che non avevo mai notato prima.

Lei non è solo Michel Fornasier che indossa una delle più moderne protesi per le mani. Lei è anche il supereroe Bionicman. Cosa c’è dietro questo?

Bionicman è un supereroe di fumetti con una protesi bionica per le mani e il personaggio principale di «Give Children a Hand», una fondazione di utilità pubblica che offre ai bambini con disabilità fisiche l'accesso a protesi innovative per le mani.

Come si è arrivati a questo?

I bambini sono stati l'ispirazione per Bionicman. Continuavano a chiedermi: «Hai dei superpoteri con questa protesi?». All'inizio lo negavo. E poi sono rimasti delusi e probabilmente hanno pensato: «Ehi, ora dispone di una mano così cool e non ha nemmeno dei superpoteri, che noia». A un certo punto ho cominciato a rispondere: «Be’, non c’è certezza assoluta sui miei superpoteri...», e poi i bambini euforici correvano da mamma e papà, dicendo: «Quando sarò grande, voglio una mano magica come quella». Così David Boller, un mio buon amico, e io abbiamo deciso di creare un supereroe con handicap. David Boller ha lavorato durante 25 anni negli Stati Uniti per i rinomati editori di fumetti Marvel e DC Comics. Ha disegnato personaggi come Wonder Woman, Superman e Batman. Di solito qualcuno diventa un supereroe grazie a un dono speciale, nel caso di Bionicman si tratta di un handicap: una mano mancante. Quindi il superpotere di Bionicman è quello di trasformare le presunte debolezze in punti di forza.

hightech-prothese-superheld.jpg

E cos'è la fondazione «Give Children a Hand»?

Quando a sette anni ricevetti la mia prima protesi di mano presso un ortopedico fu un'esperienza orribile per me. C'erano gambe e mani di plastica ovunque. Avevo paura e questo ha avuto un impatto negativo sul mio rapporto con le protesi. Oggi vogliamo utilizzare le moderne stampanti 3D per produrre protesi per le mani per bambini che sono come un giocattolo colorato. I bambini sono coinvolti in tutto il processo. Possono dar forma da soli alla loro «mano magica». L'altro giorno un ragazzo voleva una protesi della mano verde color «Hulk». Allora abbiamo stampato tutte le parti della mano con il suo colore preferito e abbiamo aggiunto elementi che brillano al buio. Quando Bionicman gli ha consegnato la protesi, il ragazzo era felicissimo e aveva lacrime di gioia negli occhi. Infatti, questa mano per bambini è più di un semplice pezzo di plastica. È una sorta di scudo protettivo che li protegge dal mobbing e rafforza la fiducia in se stessi.


Ulteriori informazioni

Panoramica dei premi della cassa malati 2021

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Recarsi dal medico sì o no?
La guida medica myGuide verifica i suoi sintomi di malattia e rilascia un consiglio.
Avviare myGuide
Trovi l’ospedale migliore
Il confronto fra ospedali della CSS aiuta nella scelta. 
Avviare QualiCheck
L’operazione è necessaria?
Si procuri una seconda opinione gratuita, facilmente e celermente.
Verificare adesso