Allarme polline – cosa mi attende?

Allarme polline - cosa mi attende? Allarme polline - cosa mi attende?

Più luce, temperature più calde, il risveglio della natura: la primavera è arrivata e ci invita a uscire. Anche i pollini sono di nuovo nell'aria e rendono difficile la vita a chi è allergico a essi.

Quali disturbi insorgono?

Portati dall'aria, i pollini entrano in contatto con le mucose di bocca, naso, occhi. Ne conseguono i seguenti sintomi:

  • Stimolo a starnutire, rinite o naso "tappato"
  • Occhi irritati, che lacrimano e sono arrossati.
  • Sensazione di prurito al palato, nel naso e nelle orecchie
  • Asma allergico

L'allergia ai pollini si presenta raramente prima del terzo anno di vita. Di norma, i disturbi iniziano in età scolare.

Perché reagiamo ai pollini?

Il "raffreddore da fieno" viene generato da una polverina prodotta dalle piante che fioriscono. Essa serve al loro naturale processo riproduttivo e viene trasportata dal vento o dagli insetti. I granuli di polline sono generati da graminacee (fieno), da alberi (betulla, nocciolo) o da erbe ed erbacce (p. es. ambrosia). La fioritura è molto differenziata (vedi immagine). Una piccola quantità è sufficiente a scatenare reazioni allergiche. La tendenza a soffrirne è perlopiù ereditaria.  

Quali sono i metodi di trattamento più usuali?

In caso di forti reazioni allergiche, spesso l’unica cosa da fare è rivolgersi a un medico. L’uso di antistaminici o di cortisone, nonché la desensibilizzazione sono tra i metodi più usati. I costi di questi trattamenti sono assunti dall’assicurazione di base se i medicamenti sono stati prescritti da un medico.

  • Antistaminici: L’istamina che si libera in caso di una reazione allergica è responsabile di sintomi decisamente poco piacevoli. Alcuni antistaminici richiedono una ricetta medica. Essi indeboliscono l’effetto dell’istamina presente nel corpo e dunque anche dei disturbi connessi.
  • Cortisone: I medicamenti che contengono cortisone sono con obbligo di ricetta medica. Il cortisone ha un effetto inibente sullo stato infiammatorio poco dopo il suo utilizzo. Un utilizzo prolungato o un dosaggio alto possono avere effetti collaterali. 
  • Desensibilizzazione: La desensibilizzazione può essere effettuata solo da un medico. Affinché il corpo si abitui alle sostanze che generano allergie e la reazione di difesa si riduca o addirittura si annulli, vengono iniettati degli allergeni, con un dosaggio in costante leggero aumento. Il trattamento va ripetuto ogni anno per una durata complessiva di tre anni.

Molte persone reagiscono molto bene anche ai rimedi omeopatici e alla Medicina tradizionale cinese. Entrambi i tipi di trattamento sono inoltre ben combinabili anche con la medicina classica – proprio come l’assicurazione per medicina alternativa integra le prestazioni dell’assicurazione di base.

Panoramica dei premi della cassa malati 2021

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Recarsi dal medico sì o no?
La guida medica myGuide verifica i suoi sintomi di malattia e rilascia un consiglio.
Avviare myGuide
Trovi l’ospedale migliore
Il confronto fra ospedali della CSS aiuta nella scelta. 
Avviare QualiCheck
L’operazione è necessaria?
Si procuri una seconda opinione gratuita, facilmente e celermente.
Verificare adesso