Convulsioni febbrili semplici

Le convulsioni da febbre colpiscono circa il 3-4% dei bambini compresi tra i 6 mesi e i 5 anni di età.

Sommario

Le convulsioni da febbre colpiscono circa il 3-4% dei bambini compresi tra i 6 mesi e i 5 anni di età. Si scatenano in seguito a un abbassamento della soglia convulsiva e riguardano tutto il corpo. Non si tratta di una patologia cerebrale. I bambini che soffrono di convulsioni febbrili solitamente sono sani e con un percorso di sviluppo normale. Nel caso di un attacco occorre mantenere la calma e proteggere il bambino da eventuali infortuni.

Sintomi

  • Normalmente si manifestano con un aumento della temperatura
  • Occhi aperti e ruotati verso l'alto
  • Tensioni muscolari
  • Spasmi ritmici dei muscoli
  • La convulsione dura circa 2-3 minuti, max. 15 min.
  • Possibile vomito dopo la convulsione
  • Sonnolenza dopo la convulsione
Si è soliti distinguere tra

Convulsioni febbrili semplici

  • La convulsione coinvolge in maniera simmetrica tutto il corpo
  • Si presenta tra i 6 mesi e i 6 anni di età
  • Durata < 15 minuti
  • Non si ripete entro le 24 ore

Convulsioni febbrili complesse

  • La convulsione coinvolge solo una determinata parte del corpo
  • Dopo la convulsione si può andare incontro a paralisi o disturbi della parola
  • Si presenta < 6 mesi e > 6 anni di età
  • Durata > 15 minuti
  • Può ripetersi nelle 24 ore
  • Bambini con patologie cerebrali

Cause e trattamento

Cause

  • Sconosciute
  • Riduzione della soglia convulsiva cerebrale
  • Fattori di rischio: predisposizione, tendenza familiare
Buono a sapersi:
  • Le convulsioni febbrili semplici non sono pericolose
  • Solitamente non lasciano strascichi
  • Il rischio di epilessia non è maggiore

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Individuazione della causa che scatena la febbre
  • Analisi del sangue
  • All’occorrenza prelievo di liquido nervoso dal midollo spinale (punzione lombare)
  • Eventualmente TC (tomografia computerizzata)
Possibili terapie
  • Abbassare la febbre (ibuprofene o paracetamolo)
  • Se la durata dell'attacco > 5 min.: intervenire per interrompere l'attacco (benzodiazepine)

Cosa posso fare da solo?

Nel caso di convulsione febbrile
  • Rimanere con il bambino e mantenere la calma
  • Guardare l’orologio (durata dell’attacco)
  • Allentare i vestiti
  • Proteggere il bambino (soprattutto la testa) da infortuni (oggetti)
  • Non intervenire per interrompere la convulsione (scuotere, dispositivo antimorso)
  • Se l’attacco dura più di 10 minuti, chiamare l’ambulanza (tel. 144)
  • Dopo l'attacco: posizionare il bambino su un fianco (vomito)
Prevenzione
  • Si sconsiglia il trattamento precoce della febbre da una determinata temperatura in poi; non è un modo per evitare le convulsioni febbrili
  • Non occorre dunque nemmeno misurare troppo spesso la temperatura corporea
Misure di base per abbassare la febbre
  • Abbassare la temperatura corporea (svestire il bambino, togliere la coperta)
  • Farmaci che abbassano la febbre (antipiretici) come il paracetamolo (per il dosaggio vedi il foglietto illustrativo)
  • Non applicare compresse fredde o impacchi con soluzioni contenenti alcol/oli essenziali

Quando andare dal medico?

  • In linea di massima dopo la prima convulsione febbrile
    • Ricetta medica per il farmaco atto a interrompere gli attacchi (diazepam)
    • Istruzioni nel caso di un’ulteriore convulsione febbrile
  • Convulsioni febbrili che si ripetono entro le 24 ore (chiamata di emergenza 144)
  • Convulsioni febbrili nei bambini < 6 mesi e > 6 anni di età (chiamata di emergenza 114)
  • Febbre
    • Febbre nei neonati fino al 3° mese di vita
    • Febbre alta (39 gradi) > 5 giorni nonostante l'assunzione di farmaci
    • Dopo un soggiorno ai tropici
  • Peggioramento dello stato generale di salute (chiamata di emergenza 144)

Ulteriori informazioni

Schweizerische Gesellschaft für Pädiatrie (SGP) (Società svizzera di pediatria)
www.swiss-paediatrics.org

Sinonimi

Convulsioni febbrili, semplici, convulsioni infettive, convulsione da febbre, febbre

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti