Primo soccorso

Fra il momento in cui si trova una persona che necessita d’aiuto e l’intervento dei soccorritori trascorre un certo arco di tempo, durante il quale anche le persone non qualificate possono intervenire in modo utile e offrire un sostegno.

Sommario

Fra il momento in cui si trova una persona che necessita d’aiuto e l’intervento dei soccorritori trascorre un certo arco di tempo, durante il quale anche le persone non qualificate possono intervenire in modo utile e offrire un sostegno. Per farlo è necessario avere alcune nozioni di base e un po’ di pratica: ogni aiuto è utile e, in certe circostanze, può anche salvare una vita!

Cosa posso fare da solo?

Principi

  • Prestare aiuto solo se non ci si ritrova poi personalmente in pericolo!
    • Fuoco, acqua, corrente elettrica, (parti di) oggetti che cadono, ecc.
  • Farsi un quadro generale della situazione: chi ha bisogno di maggiore aiuto? Ci sono altre persone che possono prestare aiuto? Riesco a gestire la situazione?
  • Se nei pressi c’è un apparecchio AED (defibrillatore semiautomatico), prenderlo (anche se poi non dovesse essere necessario).

Procedere secondo lo schema ABC

  • A: Airways (vie aeree)
    • Parlare alla persona per vedere se è cosciente, liberare le vie aeree (p. es. rimuovere corpi estranei che bloccano la bocca), lasciare aperte le vie aeree (p. es. aprendo leggermente la bocca)
  • B: Breathing (respirazione)
    • Verificare se il paziente respira: la colonna toracica si alza e si abbassa? Si sente provenire un soffio d’aria dalla bocca o dal naso sul palmo della mano inumidito? $
    • Mancanza di respirazione: iniziare la respirazione forzata (si può apprendere in un corso di pronto soccorso)
  • C: Circulation (circolazione sanguigna)
    • Sentire il polso: p. es. toccando un lato del collo (mai controllare entrambi i lati)
    • Se non si sente il battito cardiaco iniziare la rianimazione cardiopolmonare (si può apprendere in un corso di pronto soccorso)Rianimazione di norma secondo lo schema 30:2, vale a dire 30 compressioni toraciche (“massaggio cardiaco”) e 2 insufflazioni

Sistemare in posizione laterale le persone prive di coscienza

  • Solo per le persone che respirano autonomamente e il cui cuore batte
  • Girare la persona e metterla in posizione supina, inginocchiarsi a lato della persona
  • Piegare la gamba più vicina flettendo il ginocchio ed eventualmente stabilizzare la posizione con una mano
  • Prendere il braccio più vicino della persona e portarlo con la mano fino all’altra spalla (il gomito si trova ora vicino al mento)
  • Con una mano afferrare il ginocchio piegato e con l’altra la spalla più vicina
  • Con attenzione girare la persona sul ventre
  • Stendere delicatamente la testa all’indietro, aprire la bocca
  • Ora, la gamba piegata della persona deve essere in alto, la testa deve giacere sulla mano del braccio piegato, come se dormisse

Utilizzo di un apparecchio AED (defibillatore)

  • Aprire l’apparecchio
  • Girare la persona sulla schiena, aprire i vestiti, eventualmente asciugarla se bagnata
  • Applicare gli elettrodi sul petto della persona seguendo le immagini della guida
  • Avviare l’apparecchio - da questo momento in poi seguire esattamente le istruzioni che darà l’apparecchio

Emostasi

  • Se vi sono forti emorragie, si deve cercare di tamponare la parte interessata, eventualmente con una fasciatura compressiva.
    • Il materiale deve essere il più possibile pulito o sterile: usare un asciugamano pulito, materiale per fasciature, ecc.
  • Coricare la persona e tenere sollevata la parte del corpo ferita
  • Evitare di stringere con una cintura o simili

Per le lesioni sportive, le intossicazioni o le ustioni ci sono articoli appositi.

Lesioni sportive

Usare il protocollo RICE
  • R: rest (mettere a riposo)
  • I: ice (raffreddare con ghiaccio o con un cold pack)
  • C: compression (leggera pressione dell’impacco sulla parte interessata)
  • E: elevation (tenere sollevata la parte del corpo interessata)
Intossicazione
  • Vedi alla voce del lessico Intossicazioni
Ustioni
  • Vedi alla voce del lessico Ustioni

Quando andare dal medico?

  • Si deve contattare un medico o un servizio di soccorso quando.
    • si è sopraffatti dalla situazione
    • ci si ritrova sul luogo di un incidente
    • se per prestare aiuto ci si dovrebbe mettere in potenziale pericolo (p. es. dopo un incendio)

Allarmare correttamente i soccorritori

  • Solo dopo essersi fatti un quadro della situazione
  • Solo dopo aver cercato di contattare la persona che necessita d’aiuto / eventualmente dopo aver prestato i primi soccorsi
    • DOVE ci si trova?
    • CHI telefona?
    • COSA è accaduto?
    • QUANDO è accaduto?
    • QUANTE persone sono coinvolte?
    • Dare il NUMERO DI TELEFONO per eventuali chiamate
    • Rimanere con la persona coinvolta fino all’arrivo dei soccorritori

Ulteriori informazioni

Federazione svizzera dei samaritani
www.samariter.ch

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti