Sei regole balneari salvavita

Sei regole di balneazione salvavita Sei regole di balneazione salvavita

Secondo la statistica della Società svizzera di salvataggio (SSSLRG) nel 2016, in Svizzera sono annegate 49 persone. Questo dimostra che le regole per il bagnante SSS mantengono tuttora la loro validità.

Ci ricordiamo tutti la regola che ci veniva inculcata da bambini: “È vietato entrare in acqua dopo mangiato, almeno per due ore!” Impauriti ci immaginavamo come fossimo colati a picco, annegando inesorabilmente se non avessimo seguito l’ordine impartito: uno scenario da film horror!

Ciò che è sicuro e che dopo un abbondante pranzo ci sentiamo pigri, e spesso non abbiamo nemmeno tanta voglia di nuotare o fare sport. Ciononostante, chi entra comunque in acqua, sguazzando spensieratamente e senza la pretesa di cimentarsi in una gara di nuoto, non deve temere per la propria vita.

La regola di “non farsi il bagno dopo aver mangiato” è quindi forse solo un mito? “Dal punto di vista medico e scientifico non vi è alcuna controindicazione”, ha affermato Achim Wiese, portavoce della Società tedesca di salvataggio (DLRG), in un periodico di informazioni del 2016. Basta quindi usare un po’ di buonsenso e ascoltare i segnali del fisico. È nella natura delle cose che il fisico dopo un abbondante pasto voglia prima digerire e non subito competere per le Olimpiadi.

Le sei regole di balneazione

Fatta eccezione per la regola delle due ore, esistono delle regole che occorre assolutamente osservare. Le sei regole per il bagnante della Società svizzera di salvataggio (SSS) sono le seguenti:

Regola 1: Non lasciare i bambini incustoditi vicino all’acqua – tenere i bambini piccoli sotto controllo, a portata di mano!

Regola 2: Non entrare mai in acqua dopo l’assunzione di bevande alcoliche o altre droghe! Non nuotare mai a stomaco pieno o completamente vuoto.

Regola 3: Non tuffarsi sudati in acqua: il corpo deve gradualmente abituarsi.

Regola 4: Non tuffarsi in acque torbide o sconosciute: le situazioni sconosciute presentano pericoli.

Regola 5: Materassini e oggetti gonfiabili ausiliari per il nuoto non devono essere usati in acque profonde: essi non offrono alcuna sicurezza.

Regola 6: Non nuotare lunghe distanze da soli: anche il fisico più allenato può subire debolezze.

Sul sito web della SSS sono riportate maggiori informazioni concernenti le suddette regole nonché consigli e suggerimenti per il bagnante.

Panoramica dei premi della cassa malati 2021

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

La sua forma fisica – il nostro contributo
Le diamo il nostro sostegno per farla rimanere in buona salute e partecipiamo ai costi dei corsi.
Maggiori informazioni
Un passo che vale la pena compiere
myStep premia la sua attività fisica giorno per giorno.
Attivarsi ora
Allenamento digitale per la schiena
Pratici esercizi nell’app aiutano in caso di tensioni alla schiena.
Iniziare subito