0844 277 277 Lu-Ve ore 8-18
CSS Assicurazione

Qualità

La garanzia di una buona qualità e, in aggiunta, l’elaborazione di sistemi di qualità (criteri, indicatori ecc.) nonché la misurazione e certificazione di tali risultati sono di primaria importanza per un sistema sanitario efficiente ed efficace e sono in primo luogo compito dei fornitori di prestazioni. Oltre alla qualità dei processi e della struttura, misurazioni particolarmente incentrate sulla qualità dei risultati dovranno garantire la trasparenza riguardo alla qualità nel confronto tra i fornitori di prestazioni. Questa trasparenza rappresenta un importante criterio di concorrenza.

La CSS s'impegna affinché la qualità della fornitura di prestazioni nel sistema sanitario svizzero sia analizzata in modo trasparente e resa nota. Ciò permette ai debitori di premi di comparare le varie offerte dei fornitori di prestazioni e ai partner tariffari di sviluppare una concorrenza non solo basata sul prezzo, ma anche su criteri qualitativi. Basandosi su propri dati, ma anche su dati relativi alla qualità che sono a pubblica disposizione o messi a disposizione secondo i contratti, la CSS gestisce il portale QualiCheck, che permette un confronto fra gli ospedali svizzeri per casi acuti in termini di qualità del trattamento e soddisfazione dei pazienti.   

All'inizio di dicembre 2015 il Consiglio federale ha perciò sottoposto un messaggio per una modifica della Legge federale sull'assicurazione malattie all'attenzione del Parlamento. I programmi nazionali sul controllo della qualità dovranno essere creati su tale base. La CSS saluta con favore gli sforzi della Confederazione per creare negli ambiti della garanzia della qualità e dell’economicità le basi necessarie a realizzare progressi sostanziali. Si deve però tenere conto che la responsabilità principale a rafforzamento della trasparenza sulla qualità ed economicità vincolante e sanzionabile spetta ai fornitori di prestazioni o ai partner tariffari. Per quanto concerne il finanziamento, per la CSS è importante che si rinunci a finanziare unicamente con il denaro dei premi l’attività amministrativa. Piuttosto il finanziamento dovrebbe essere suddiviso su larga scala tra Cantoni, Confederazione e fornitori di prestazioni e non essere unicamente a carico dei debitori dei premi. La CSS è assolutamente favorevole all’intento della Commissione della sanità del Consiglio nazionale di maggiormente chiamare al dovere i fornitori di prestazioni e gli assicuratori. Fa parte di questo intento l’idea di adeguare le tariffe e i prezzi agli indennizzi per i fornitori di prestazioni che erogano le prestazioni convenienti e di qualità. Inoltre, vi fa parte la proposta della Commissione che vuole obbligare i fornitori di prestazioni e gli assicuratori a stipulare contratti nazionali sullo sviluppo della qualità. Questi dovranno essere esaminati dalla Confederazione e avere carattere vincolante per tutti i fornitori di prestazioni. In caso di non rispetto della regola concernente lo sviluppo della qualità da parte di un fornitore di prestazioni, questo dovrà essere sanzionato con il rifiuto del rimborso della prestazione da parte dell’assicurazione malattie.

Ulteriori informazioni sulla tematica qualità sono riportate nella nostra pubblicazione di politica sanitaria „in  dialogo“ 1/2014 (en francese).