0844 277 277 Lu-Ve ore 8-18
Lu-Ve ore 8-18  
 

Principio territoriale

Nella Legge sull’assicurazione malattie vale il principio della territorialità. La CSS è spiacente di questo, poiché in particolare la qualità delle prestazioni potrebbe essere promossa da confini aperti.  La qualità dei risultati di certi fornitori di prestazioni esteri è nettamente superiore a quella svizzera. Per esempio, nella Martini-Klinik di Amburgo vengono effettuati ogni anno circa 2200 asportazioni della prostata con un metodo minimamente invasivo e tre robot. Per il 93.5 percento dei pazienti è stato possibile conservare la continenza urinaria totale, mentre la media tedesca è solo del 56.7 percento.  In Svizzera ci sono 23 robot a disposizione per questo tipo di operazione. Gli ospedali leader, però, operano soltanto circa 100 casi l’anno. L’eccesso di offerta provoca alti costi per caso e numeri di casi limitati, e dunque una qualità opinabile. Ad Amburgo, invece, i pazienti possono attendersi una qualità più alta, in conseguenza del maggior numero di casi e della maggiore abitudine a effettuare questa operazione. Anche la comunità solidale ne approfitta. grazie a prezzi più bassi, risulta minore l’aggravio sull’assicurazione malattie obbligatoria. Un’apertura delle frontiere gioverebbe alla concorrenza. In Svizzera, gli offerenti dovrebbero porsi in concorrenza con gli omologhi esteri, e costituire centri specializzati comprovando in modo trasparente la qualità delle prestazioni. Per un approvvigionamento medico transfrontaliero sono comunque necessarie delle condizioni quadro. I pazienti devono sapere perché per determinate prestazioni farebbero meglio a recarsi all'estero; è necessaria la trasparenze per quanto concerne la qualità, sia sin Svizzera sia all'estero. Inoltre, si devono garantire cure di base e cure per casi d’emergenza nelle vicinanze. Per gli ambiti specializzati, l’apertura delle frontiere ravviverebbe la concorrenza in Svizzera e avrebbe come conseguenza una concentrazione delle offerte e perciò una maggiore qualità dei trattamenti. Non deve esserci alcun obbligo a farsi curare all'estero. Il paziente deve poter scegliere liberamente. solo in questo modo potremo promuovere una medicina di qualità e beneficiarne tutti.


Ulteriori informazioni sulla tematica principio di territorialità sono riportate nella nostra pubblicazione di politica sanitaria „im dialog/place au dialogue“ 3/2016 (en francese).