Vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB)

La vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB) è una forma diffusa e innocua di vertigini.

Sommario

La vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB) è una forma diffusa e innocua di vertigini. Le persone che ne soffrono hanno brevi attacchi di vertigini che dipendono dai movimenti e che possono anche essere accompagnati da nausea e/o vomito. Per lenire o evitare i disturbi ci sono varie “manovre liberatorie”.

Sintomi

Sintomi principali

  • Attacchi di vertigini improvvisi, violenti
  • Nausea e vomito

Spesso, le vertigini sopravvengono quando ci si rigira nel letto o quando ci si alza al mattino, oppure quando si stende la biancheria o ci si piega.

Cause e trattamento

Cause

  • Distacco di un otolito (“sassolino”) nell’organo che determina l’equilibrio
    • Spesso causato da movimenti all’indietro, come girarsi, ecc.

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Cosiddetta manovra di Dix-Hallpike (il capogiro è causato da una movimento all’indietro del capo)
  • Test calorico (risciacquo del condotto uditivo con acqua a varie temperature)
Possibili terapie
  • Manovre liberatorie di Epley, Sermont, ecc.
    • Con una precisa successione di movimenti si riesce a riposizionare correttamente l’otolito.

Cosa posso fare da solo?

  • Se gli attacchi di vertigini si ripetono frequentemente, le manovre liberatorie possono essere eseguite autonomamente seguendo bene le istruzioni

Quando andare dal medico?

Vertigini o capogiri accompagnate da::

  • visione doppia o perdita della vista
  • sensazione di debolezza a gambe e braccia
  • difficoltà nell'articolare le parole
  • problemi nel camminare
  • sensazione di intorpidimento di gambe/braccia

Sinonimi

Vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB), vertigine parossistica posizionale, cupololitiasi, canalolitiasi, BPPV, vertigine benigna dell’apparato vestibolare

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti