Allergia al sole: quando la pelle brucia

1166653998 1166653998

Vestiti estivi, pelle abbronzata – non appena l’estate si avvicina e il sole diventa più caldo tendiamo a uscire di casa. Mentre alcuni non si stancano mai di abbronzarsi, per altri i raggi del sole sono spiacevoli.

Prurito, arrossamenti o vescicole

Il sole non solo ci fornisce calore, ma anche l’importantissima vitamina D. Però, soprattutto quando non è ancora abituata al sole, la nostra pelle può reagire ai raggi UV-A e UV-B con prurito, arrossamenti o vescicole. Comunemente la si chiama allergia al sole e di solito si tratta di una cosiddetta «Dermatite polimorfa solare» o «acne di Maiorca».

Non un'allergia in senso stretto

Secondo aha! Centro Allergie Svizzera, la cosiddetta allergia al sole in realtà non è una vera e propria allergia, poiché il sistema immunitario non è coinvolto nella reazione fisica. Il termine cela varie malattie.

Dermatite polimorfa solare

La più comune è la dermatite polimorfa solare, una forma di allergia al sole per cui è tipica una reazione cutanea durante la prima esposizione al sole dopo i mesi invernali o dopo una prolungata pausa dal sole. La pelle non è ancora abituata ai raggi UV.

Possono passare alcune ore o addirittura giorni prima che la pelle reagisca all'aumento di raggi solari. L'area cutanea interessata inizia a prudere e a bruciare fortemente. Si sviluppano arrossamenti e vescicole..

Acne di Maiorca

Una forma particolare di allergia al sole è l'acne di Maiorca, causata dalla combinazione di sole e cosmetici o creme solari contenenti grassi. Si formano dei brufoli dolorosi e pruriginosi simili all’acne.

Il trattamento giusto

Le irritazioni cutanee scompaiono entro pochi giorni. Tuttavia, ciò avviene solo se la pelle non viene di nuovo esposta a forti radiazioni UV. Inoltre, è importante raffreddare le zone arrossate e che prudono. Previo accordo con il medico o il farmacista, impacchi di aceto, antistaminici e preparati a base di cortisone possono offrire un ulteriore lenimento. Se sorgono infiammazioni è necessario consultare uno specialista.

Prevenire l'allergia al sole

I seguenti suggerimenti aiutano a prevenire l'allergia al sole:

  • Abituare la pelle lentamente alla luce del sole. Evitare lunghe esposizioni al sole tra le 11 e le 15.
  • Utilizzare una protezione solare con un elevato fattore di protezione. Per non contrarre l'acne di Maiorca è adatto un prodotto privo di grassi, profumi ed emulsionanti.
  • L'abbigliamento offre solo una protezione limitata contro i raggi UV-A e UV-B, comunque più scuro e spesso è il tessuto meglio è.
  • Ingannevole sicurezza all'ombra. Il nostro ambiente riflette la luce del sole anche in luoghi ombreggiati: fino al 70% dell'intensità delle radiazioni viene riflessa dalla sabbia, dall’acqua, dalla neve o dagli edifici. Neppure i vetri delle finestre proteggono dai raggi UV.

Panoramica dei premi 2021

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Recarsi dal medico sì o no?
La guida medica myGuide verifica i suoi sintomi di malattia e rilascia un consiglio.
Avviare myGuide
Trovi l’ospedale migliore
Il confronto fra ospedali della CSS aiuta nella scelta. 
Avviare QualiCheck
L’operazione è necessaria?
Si procuri una seconda opinione gratuita, facilmente e celermente.
Verificare adesso