Primo soccorso per bambini piccoli e bebè

1136194850 1136194850

Come madre o padre, si ha il cuore in gola quando si pensa ai pericoli che possono correre quasi ovunque i nostri amati figli. Sapere cosa si deve fare se vi è un'emergenza, piccola o grande, e da quando la situazione diviene critica infonde sicurezza per i casi gravi.

Valutare la situazione

La regola generale in qualsiasi situazione è: per prima cosa avere una visione d'insieme, valutare la situazione. Il bambino è caduto dall'altalena, urla e si rialza? Allora c'è probabilmente poco da preoccuparsi. Ma se rimane sdraiato e non reagisce? Allora è necessaria un'azione rapida.

Nel valutare quanto è grave il paziente, il pronto soccorso distingue 3 stati:

  1. il paziente risponde
    In questo caso, si deve procedere con cautela, posizionare il piccolo paziente come lo richiede e, a seconda della situazione, chiamare il pediatra, la clinica pediatrica o direttamente il numero di emergenza 144.
  2. il paziente è privo di coscienza
    In questo caso, mettere il piccolo paziente in posizione laterale stabile e poi allertare immediatamente i servizi di emergenza. I neonati dovrebbero essere presi in braccio con la cosiddetta presa C. Il pollice e l'indice afferrano il mento del bambino. Il corpo riposa con l'addome sul gomito. Le natiche rimangono leggermente più alte della testa. I bambini più grandi vanno messi nella posizione laterale stabile allo stesso modo degli adulti.
  3. il paziente non mostra segni di vita
    Se il bambino non mostra segni di vita e non risponde, i servizi di emergenza devono essere chiamati immediatamente. Se la respirazione è assente o non appare normale, per esempio se il paziente respira a fatica, allora deve essere rianimato immediatamente.

Se non si è sicuri della condizione del bambino, meglio sempre presumere il peggio.

Curare piccole ferite

Le abrasioni, le lacerazioni, le contusioni e gli ematomi piuttosto superficiali devono essere trattati come segue:

  • lavarsi accuratamente le mani
  • rimuovere eventuali corpi estranei con una pinzetta
  • pulire con un po' d'acqua e poi lasciare asciugare o tamponare accuratamente
  • applicare una generosa quantità di disinfettante e lasciare agire per 2-3 minuti
  • applicare un cerotto o una benda
  • cambiare il cerotto o la benda ogni 24 ore e disinfettare

Le lacerazioni possono essere più profonde delle abrasioni o lacerazioni superficiali. Se sono più lunghe di circa 1,5 centimetri o sono sul viso, sul collo o vicino alle articolazioni, bisogna consultare un medico per poter eventualmente ricucire o incollare la ferita.

Un caso particolare sono inoltre le ferite da morso, che sono a forte rischio di infezione e perciò devono essere accuratamente pulite con acqua e sapone. Tuttavia, questo processo è relativamente doloroso. La ferita deve poi essere coperta ed esaminata da un medico entro un'ora. Tutti i tipi di ferite dovrebbero essere osservati. I segni di infiammazione sono rossore, gonfiore e dolore pulsante. In questo caso, una visita dal medico è necessaria anche per le ferite superficiali.

In caso di ferite da puntura, non estrarre l'oggetto e consultare immediatamente un medico. Se una ferita sanguina molto, bisogna che il piccolo paziente rimanga sdraiato, con la parte del corpo ferita più in alto del cuore. Si deve premere del materiale assorbente sulla ferita e applicare un bendaggio a pressione. Poi si devono avvertire i servizi di emergenza il più rapidamente possibile.

Primo soccorso per bruciature

Le bruciature o ustioni possono essere divise in tre diversi gradi a seconda della loro intensità. Le ustioni di primo grado includono già una grave scottatura solare. Si consiglia la seguente procedura:

  • mettere immediatamente la parte del corpo ustionata in acqua a 18-22°C per almeno 10-15 minuti, se possibile in un lavandino o in una bacinella, fare attenzione alla temperatura, soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli, per evitare l'ipotermia
  • lasciare le vesciche come sono e non aprirle
  • se i vestiti sono attaccati alla ferita, non rimuoverli
  • bendare la ferita o coprirla a secco se è necessaria una visita dal medico

Se un'ustione ha una superficie maggiore a quella di una moneta da 1 franco o se si verifica su mani, piedi, viso o area genitale, consultare immediatamente un medico.

Primo soccorso per avvelenamento

I bambini piccoli, in particolare, amano mettere in bocca ogni sorta di cose. Non tutto è sano. Se si sospetta un avvelenamento, non indurre il vomito in alcun caso, non dare al bambino nulla da bere, nemmeno il latte. Invece, dovrebbe essere seguita la seguente procedura:

  • determinare cosa ha ingerito il bambino, se possibile cosa, quando e quanto
  • appena possibile, chiamare un centro antiveleni al 145 e seguire le loro istruzioni

Se il bambino si comporta in modo anormale, perde la coscienza o è in difficoltà respiratoria, si deve immediatamente chiamare il numero d'emergenza 144.

Primo soccorso per sangue dal naso

Il sangue dal naso è di solito innocuo. Il pediatra deve essere consultato solo se l'emorragia non può essere fermata dopo 10-15 minuti come segue:

  • far sedere il paziente in posizione eretta, i bambini e i neonati sulle ginocchia di un adulto
  • tenergli la testa bassa
  • se possibile, far sì che il sangue non venga inghiottito, perché può causare nausea
  • mettere un panno freddo sulla nuca per avere un effetto di costrizione sui vasi sanguigni

I bambini possono essere spaventati dalla vista del loro sangue. Se si prende il sangue con un fazzoletto rosso, per esempio, si nota meno.

Primo soccorso per puntura d'insetto

Quando un bambino o un neonato viene punto da una vespa, un'ape, un bombo o un calabrone, si dovrebbe fare quanto segue:

  • rimuovere il pungiglione, se ancora presente, con una pinzetta
  • raffreddare il luogo della puntura, se necessario elevare la parte del corpo
  • assumere i propri medicamenti in caso di allergie note

Se si verificano reazioni allergiche, in particolare un'insufficienza respiratoria, l'emergenza deve essere notificata immediatamente al 144.

Primo soccorso per in­ges­tione di corpi estranei

Ogni tanto i bambini deglutiscono qualcosa. In gergo tecnico, questo si chiama «ostruzione delle vie aeree da parte di corpi estranei». Finché il neonato o il bambino (piccolo) tossisce, questo è un segno che l'aria passa. Perciò, prima di tutto avvicinarsi al bambino con calma.

Se il bambino continua ad avere problemi di respirazione, metterlo in posizione eretta e poi piegarlo in avanti. I neonati o i bambini che sono in pericolo di soffocare devono essere messi a faccia in giù sull'avambraccio o sulla coscia. La testa dovrebbe essere sotto il petto. Somministrare cinque colpi tra le scapole con la mano a coppa. Se c'è un ulteriore pericolo di soffocamento nei bambini più grandi, effettuare cinque manovre di Heimlich. Per i bambini piccoli, invece, premere cinque volte al centro del petto con 2 dita e poi dare di nuovo 5 colpi sulla schiena. Ripetere questa procedura. Se il bambino perde coscienza, iniziare la rianimazione.

Anche se l'oggetto si stacca, un medico deve essere consultato in seguito, nel caso in cui si sia infilato in uno dei polmoni del bambino.

Kit di primo soccorso & corsi

Cosa ci deve essere nel kit di primo soccorso per bambini (piccoli)?

Le basi - anche per quando si è in giro:
  • disinfettante (non infiammabile).
  • cerotti adesivi adatti alla pelle
  • medicazioni, impacchi e tamponi per ferite
  • forbici da bendaggio
  • pinzette a punta
  • guanti usa e getta
  • panno triangolare
  • crema per la guarigione delle ferite
  • stick contro gli insetti
  • soluzione salina fisiologica
Articoli aggiuntivi per la farmacia a casa:
  • termometro clinico
  • supposte per la febbre
  • borsa termica freddo-caldo
  • compresse di carbone
  • capsule contro la diarrea
  • sciroppo per la tosse
  • unguento freddo

Corsi di pronto soccorso

Soprattutto per praticare la rianimazione specifica per neonati e bambini, vale la pena di frequentare un corso di pronto soccorso.  La Croce Rossa e la Federazione svizzera dei samaritani offrono questi corsi di durata da 3 a 6 ore in tutta la Svizzera.

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Assistenza medica 24 ore
Giorno e notte consulenza gratuita – anche quando si trova all’estero. 
Scoprire il servizio
Famiglia sana
Sosteniamo attività che fanno sì che la sua famiglia rimanga in buona salute.
Maggiori informazioni
Soffre di asma?
Le offriamo una consulenza completa relativa all'asma e l'aiutiamo a respirare a pieni polmoni.
All'offerta