Displasia dell’anca

La displasia dell’anca è una condizione dovuta alla scarsa maturazione dell’acetabolo.

Sommario

La displasia dell’anca è una condizione dovuta alla scarsa maturazione dell’acetabolo. I fattori di rischio sono il sesso femminile, una predisposizione genetica e la mancanza di spazio nell’utero. La displasia dell’anca può essere asintomatica, ma anche comportare limitazioni di movimento e accorciamenti della gamba. Per consentire una diagnosi precoce si consiglia di non trascurare le visite di prevenzione nei neonati.

Sintomi

  • Spesso asintomatica
  • Limitazioni nel movimento (ad es. difficoltà a divaricare la gamba)
  • Dolori al ginocchio
  • Zoppicare/„andatura a papera“
  • Asimmetria delle pieghe cutanee dei glutei e delle cosce
  • In caso di slogatura: ev. accorciamento della gamba

Frequente insorgere della malformazione unita a piede equino-varo-supinato, torcicollo congenito e plagiocefalia

Complicazioni

  • In assenza di una terapia adeguata, danni permanenti (ossia irreversibili) dello scheletro
    • Necrosi della testa dell’anca (morte del tessuto della testa femorale)
    • Artrosi precoce
    • Differenza di lunghezza delle gambe
    • Zoppicare
    • Limitazione nel movimento
    • Gambe a X

Cause e trattamento

Cause

  • Malformazione dell’articolazione dell’anca
    • Ritardata maturazione dell’acetabolo
    • per cui la testa del femore tende a sfuggire
Fattori di rischio
  • Predisposizione genetica
  • Sesso femminile (5 volte più colpito)
  • Posizione podalica
  • Mancanza di spazio nell’utero materno

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Controllo di routine neonatale
    • Visita medica (rilevamento di segni di instabilità)
    • Ecografia (possibilmente in tutti i neonati)
  • Ev. radiografia (successiva al 1° anno d’età)
Possibili terapie
  • Fasciatura larga
  • Barra o fasciatura divaricatrice
  • Gesso pelvi podalico
  • In caso di lussazione (slogatura): riposizionamento con o senza intervento
  • Operazione (miglioramento della copertura dell’acetabolo)

Cosa posso fare da solo?

  • Evitare l’estensione dell’articolazione dell’anca (importante per uno sviluppo ottimale; dopo il parto le anche non sono ancora mature)
  • Misure di prevenzione
    • Usare un’apposita fascia per trasportare il bebè
    • Fasciare il bebè tenendo l’articolazione dell’anca piegata
    • Evitare la posizione laterale durante il sonno

Quando andare dal medico?

  • Quanto più precoci la diagnosi e la terapia, tanto migliore il decorso
  • Rientra nella visita di prevenzione di routine
    • Nei bambini ecografia alle anche nella 1a - 6a settimana di vita
  • Accorciamento della gamba
  • Limitazione nel movimento
  • Zoppicare/andatura a papera
  • Dolori al ginocchio

Sinonimi

Displasia dell’anca, lussazione dell’anca, displasia congenita dell’anca, displasia dell’articolazione dell’anca, developmental dysplasia of the hip (DDH), lussazione dell’articolazione dell’anca

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti