Dermatite atopica

La malattia cutanea, denominata anche neurodermite o eczema atopico, genera un forte prurito, pelle secca, ispessita e un eczema di varia gravità.

Sommario

La malattia cutanea, denominata anche neurodermite o eczema atopico, genera un forte prurito, pelle secca, ispessita e un eczema di varia gravità. La reazione immunitaria della pelle è scatenata perlopiù da fattori di ordine genetico. Vari fattori influiscono sulla malattia. Per il decorso di essa è importante evitarli e prendersi cura della pelle con attenzione.

Sintomi

Sintomi principali

  • Eczema: infiammazione cronica della pelle, con formazione di eritemi e desquamazione
  • Sintomo principale è il prurito
  • Pelle secca a seguito di squilibrio nella secrezione di sebo e grassi
  • Stadio acuto
    • Eczema umido, gonfiore della zona cutanea interessata
    • Vescicole, squame e croste
    • Peggioramento perlopiù nel tardo autunno, in inverno o in primavera
  • Stadio cronico
    • Pelle arrossata, ruvida, secca
    • Sulla pelle si producono piccoli tagli dolorosi
    • La pelle si ispessisce (ipercheratosi, zone lichenificate) a seguito dell’infiammazione cronica, del fatto che il paziente si gratti e delle conseguenti infezioni
  • Localizzazione tipica
    • Bambini e giovani: superfici flessorie di gomito e ginocchio, collo, palpebre, lati del volto
    • Adulti: mani, collo, fronte e regione periorbitaria, orecchie o piedi
  • Conseguenze, complicazioni
    • Gli eczemi possono essere infettati da batteri, virus o funghi
    • Particolare suscettibilità al germe piogeno e all’herpes virus

Cause e trattamento

Cause

  • Fattori genetici (predisposizione familiare)
  • Reazione immunitaria della pelle
  • Infiammazione cronica, carente formazione di sebo e secchezza della pelle
  • Influssi che possono generare la malattia (fattori trigger) p. es.:
    • stress, tensione, eventi gravosi
    • irritazioni cutanee: sostanze chimiche, detersivi, detergenti, prodotti cosmetici, irritazioni di natura fisica o meccanica (lana, eccessiva igiene della pelle, sudore, ipertermia)
    • clima (freddo, aria molto secca o molto umida)
    • ormoni: malattie della tiroide, gravidanza
    • stile di vita: sovrappeso, tabacco, alcol
    • allergie a pollini, peli di animali, polvere, alimenti
    • infezioni (p. es. raffreddore)

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Esami del sangue e test allergici
  • Esame delle pelle
Possibili terapie
  • Applicazione locale, esterna
    • Preparati contenenti catrame, urea, zinco o eventualmente cortisonici
    • Pomate con tacrolimus (per ovviare agli effetti collaterali del cortisone)
    • Pomate anti-infiammatorie (in caso di secrezione purulenta o di vescicole)
  • Sistemica (“interna”, che agisce sull’organismo)
    • Medicamenti contro il prurito (perlopiù antistaminici)
    • Cortisone sotto forma di compresse (con effetto antiallergico)
  • Accompagnamento psicologico, corsi sulla dermatite atopica
  • Fototerapia, climatoterapia
  • Agopuntura o agopressura
  • In parte necessari gli antibiotici

Cosa posso fare da solo?

  • Non grattarsi
    • Peggioramento delle manifestazioni cutanee
    • Aumento del rischio di infezione
    • Lenimento del prurito solo per breve tempo
  • Diminuire il prurito
    • Accarezzare dolcemente con un spazzola morbida
    • Talco mentolato o soluzioni a base di canfora
  • Portare capi d’abbigliamento in lino o cotone, oppure di tessuto misto cotone-fibre sintetiche
    • Evitare capi d’abbigliamento esclusivamente di tessuto sintetico e in fibra di lana
  • Cura della pelle
    • Utilizzo moderato di sapone ben tollerato dalla pelle
    • Lozione da bagno al cisto
    • Olio da bagno per ripristinare il manto idrolipidico (1 cucchiaio di olio d’oliva mischiato a 2 tazze di latte)
    • Per il bagno e per lavarsi le mani usare acqua tiepida e non calda
    • Usare creme, pomate o emulsioni emollienti prive di eccipienti e in quantità limitate, meglio più volte durante la giornata.
    • Impacchi umidi, spalmare unguento o pomata a base di calendula
  • Stile di vita
    • Cercare di adottare uno stile di vita con poco stress, regolato ed equilibrato
    • Trovare delle strategie per sopportare meglio il prurito (rilassamento, training autogeno)
  • Misure di carattere nutrizionale
    • Di norma, non sono utili delle “diete contro la dermatite atopica” severe (astensione completa dal consumo di zuccheri, carne, ecc.)
    • Eventualmente evitare cibi piccanti e bevande alcoliche
  • Nel caso sia nota un’allergia: evitare per quanto possibili i fattori scatenanti
  • Non fumare!
  • Spesso un cambiamento di clima (mare o alta montagna) ha un influsso favorevole
  • Allattare a lungo i bambini con una predisposizione genetica
    • Riduce la probabilità di una dermatite atopica o di allergie

Quando andare dal medico?

  • Eruzione cutanea con forte sofferenza
  • Eczemi purulenti
  • Peggioramento marcato di un eczema
  • Eczema accompagnato da febbre

Ulteriori informazioni

aha! Centro Allergie Svizzera
www.aha.ch

La CSS, in collaborazione con aha! il Centro Allergie Svizzera, offre corsi di formazione per genitori e bambini nonché colonie per bambini che soffrono di neurodermite. I bambini imparano giocando e in modo interattivo a gestire meglio la loro malattia. Voi in qualità di genitori avete l’opportunità di approfondire il vostro sapere in merito a questa patologia della pelle e ricevete consigli pratici per come gestirla quotidianamente.

Sinonimi

Neurodermite, dermatite atopica, eczema atopico, eczema endogeno

Panoramica dei premi 2023

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

1365601948
La salute in un’app

Scoprire l'app Well

Verificare i sintomi, ottenere consigli sui rimedi casalinghi, fissare appuntamenti dal medico, ordinare medicamenti e molto altro.