Asma

L'asma è una malattia cronica e infiammatoria delle vie respiratorie. In grandi linee si può distinguere tra forme asmatiche allergiche e non allergiche.

Sommario

L'asma è una malattia cronica e infiammatoria delle vie respiratorie. In grandi linee si può distinguere tra forme asmatiche allergiche e non allergiche. Sono numerosi i fattori che ne determinano l’insorgenza e il decorso. Il restringimento momentaneo dei bronchi può causare attacchi di affanno e tosse. È importante optare per un autotrattamento rigoroso, sempre dopo avere consultato un medico.

Sintomi

In generale

Attacco di asma

  • Senso di oppressione toracica
  • Tosse
  • Affanno con paura di soffocare (possibile in qualsiasi momento, anche di notte)
  • Il respiro si fa ansimante, eventualmente con fischio
  • Possibile decolorazione bluastra di labbra e unghie delle mani (cianosi)

Cause e trattamento

Cause

  • Maggiore predisposizione alle infiammazioni e ipersensibilità dei bronchi (vie respiratorie inferiori)
  • Ispessimento e infiammazione cronica della mucosa bronchiale con conseguente produzione di muco denso
Fattori di rischio per l’insorgenza e il decorso dell’asma
  • Predisposizione genetica alla malattia
  • Aumento del peso corporeo
  • Sostanze allergeniche (che scatenano un’allergia)
  • Infezioni delle vie respiratorie
  • Fattori ambientali (ad es. gas di scarico, spray)
  • Sostanze nocive professionali (ad es. agricoltura, lavori di tinteggiatura, personale addetto alle pulizie)
  • Fumo di tabacco
  • Farmaci
  • Culto dell’eccessiva igiene nella società moderna (ad es. vita di città vs vita di campagna)
Fattori che scatenano un attacco di asma
  • Reazioni allergiche
  • Infezioni
  • Sforzo fisico (asma da sforzo)
  • Aria fredda, odori forti
  • Farmaci (ad es. acido acetilsalicilico)
  • Fattori scatenanti psicologici (situazioni di stress)
Attacco di asma
  • In risposta a fattori irritanti
  • Contrazione della muscolatura bronchiale
  • Ulteriore riduzione della sezione trasversale delle vie respiratorie
  • Il flusso di aria viene ostacolato meccanicamente
  • Manifestazioni di affanno
Sottospeci (in grandi linee)
  • Asma di origine allergica (estrinseca) (allergia)
    • Spesso nell’infanzia
    • Il sistema immunitario reagisce in maniera troppo forte a delle sostanze normalmente innocue
    • Esistono anche cause non di tipo allergico come ad es. i fattori genetici e ambientali
  • Asma di origine non allergica (intrinseca)
    • Assenza di sintomi allergici
    • Infezioni delle vie respiratorie, stress, sforzo fisico

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Test di funzionalità polmonare (tra i metodi di analisi più importanti)
    • In particolare, per poter distinguere l'asma dalla BPCO
  • Analisi del sangue (valori infiammatori, emocromo, ecc.)
  • Esami allergici
  • Analisi del muco espettorato
  • Radiografia toracica
Possibili terapie
  • Evitare i fattori di rischio scatenanti
  • Trattamento: in linea di principio «autogestione» del paziente
  • Acquisizione di nozioni circa malattia e terapia
  • Schema classificativo
    • La classe dello schema terapico può rimanere invariata, aumentare o abbassarsi
    • Le classi variano in riguardo a sostanza, dosaggio, forma di somministrazione (spray o compresse)
  • Principali sostanze utilizzate
    • Sostanze antinfiammatorie (contenenti cortisone)
    • Sostanze che dilatano i bronchi (beta-mimetici)
  • Terapia di base
    • Serve alla profilassi e, in particolare, al trattamento dell’infiammazione cronica
  • Attacco
    • Intervento tempestivo con spray inalatori di rapida efficacia
    • Somministrazione di ossigeno
    • In casi gravi aggiunta di trattamenti farmacologici o endovenosi
  • Obiettivo della terapia
    • Raggiungere una normale qualità di vita, assenza di attacchi - soprattutto notturni
    • Normalizzare la funzionalità polmonare
    • Evitare situazioni di emergenza, degenze ospedaliere, complicazioni e danni tardivi

Cosa posso fare da solo?

  • In linea di principio, il paziente asmatico si cura da solo
    • Occorre una trasmissione corretta delle nozioni in materia
  • Conoscere e comprendere le nozioni di base della malattia e le adeguate misure da adottare
  • Imparare le tecniche di respirazione e gli esercizi di rilassamento
  • Automisurazione del flusso d'aria con apposito attrezzo (misuratore «peak flow meter»)
    • Saper valutare il livello di gravità del restringimento
    • Consente di adeguare i farmaci e il dosaggio secondo lo schema di classificazione
  • Disporre sempre della necessaria scorta di farmaci (anche in vacanza)
  • Indicazioni per le sostanze contenenti cortisone
    • Dopo l’inalazione sciacquarsi la bocca e lavarsi i denti
    • Non trattare il viso con delle creme prima dell’inalazione (contengono grassi)
    • Sciacquarsi il viso dopo la terapia
  • Tenere un protocollo («diario dell'asma»)
    • Condizioni ambientali
    • Farmaci
    • Valori di misurazione
    • Facilita al medico un'eventuale adeguamento della terapia al decorso della malattia
  • Evitare il più possibile le sostanze che solitamente scatenano allergie
  • Allattare i neonati il più a lungo possibile è un’importante profilassi contro le allergie
  • Evitare l’uso di nicotina
  • Attività fisica
    • Camminare regolarmente all'aria fresca
    • Il soggetto asmatico non deve in nessun modo rinunciare all'attività sportiva
    • Tra gli sport ideali vi sono il canottaggio e il nuoto
    • I pesi a intervallo sono particolarmente adatti
  • Evitare il sovrappeso
  • Informare il medico circa un'eventuale gravidanza (all’occorrenza adeguamento del trattamento)

Comportamento da adottare nel caso di un attacco di asma

  • Ciascun paziente asmatico deve avere a portata di mano uno spray di emergenza
  • Applicare le tecniche di rilassamento
  • Determinate posture facilitano la respirazione (includere i muscoli che aiutano la respirazione)
    • Sedersi con il busto inclinato in avanti e le braccia appoggiate sulle cosce
    • Posizionarsi a gambe larghe, inclinare il busto leggermente in avanti e appoggiare le mani sulle cosce (vedi i portieri)
    • Posizionarsi davanti a un tavolo o una cassapanca e poggiare le mani sul mobile
    • La respirazione è facilitata se posizionati da un lato (evitare le posizioni supine o a pancia in giù)
  • Adottare il «freno» delle labbra, ossia respirare a labbra socchiuse (migliora la respirazione nel caso di asma)
    • Inspirare; trattenere brevemente l’aria; socchiudere lievemente le labbra solo per stringere la fessura
    • Espirare lentamente (simile a un sospiro), le guance devono gonfiarsi solo di poco
  • Nel caso di attacco forte allarmare subito il servizio di soccorso

Quando andare dal medico?

  • Controlli regolari nel caso di asma conclamata
    • Anche in assenza di sintomi chiari
    • Per ottimizzare il relativo trattamento
    • Adeguare il trattamento alle possibili alterazioni del decorso
  • Un forte attacco di asma è sempre un motivo impellente per consultare il medico e fare un nuovo punto della situazione
    • Segnali che richiedono un adeguamento della terapia
  • In tutti i casi di infezione delle vie respiratorie (tosse, bronchite)
  • Emergenze
    • Affanno straordinariamente forte nel caso di asma conclamato (soprattutto nei bambini sotto ai 12 anni)
    • L'assunzione di farmaci o le tecniche di respirazione e le relative posture consigliate non contribuiscono ad alleviare i sintomi
    • Un attacco di asma particolarmente pesante che non è possibile fermare con i farmaci abituali (stato asmatico)

Ulteriori informazioni

Lega polmonare Svizzera
www.legapolmonare.ch/it

La CSS Assicurazione - in collaborazione con «aha! Centro allergie Svizzera« e «medinform», farmacie specializzate in vie respiratorie - le propone un’offerta di consulenza per l’asma. Potrà acquisire più sicurezza nella gestione della malattia e, in tal modo, migliorare la sua qualità di vita.

Sinonimi

Asma, asma bronchiale

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti