Infarto cardiaco

Quando si verifica un infarto cardiaco si chiude un’arteria coronaria e parti del muscolo cardiaco muoiono dopo poco tempo.

Sommario

Quando si verifica un infarto cardiaco si chiude un’arteria coronaria e parti del muscolo cardiaco muoiono dopo poco tempo. Si manifestano dolori e senso di oppressione nella zona del cuore oppure nel collo, nella mandibola, nelle spalle, nelle braccia o nella parte superiore del ventre. La cosa più importante è che l’intervento medico avvenga quanto prima.

Sintomi

Sintomi principali

  • Dolore e senso d’oppressione nella zona del cuore
  • Irradiazione nel collo, nella mandibola, nelle spalle, nelle braccia (prevalentemente a sinistra), nella parte superiore del ventre oppure tra le scapole
  • Difficoltà respiratorie
  • Paura di morire
  • Sudorazione fredda e cute pallida

Un “infarto cardiaco lieve” senza disturbi o con disturbi leggeri si verifica in circa il 20 per cento dei pazienti.

Complicazioni

A causa della necrosi di tessuto del muscolo cardiaco, il cuore non è più in grado di pompare correttamente il sangue. Ne conseguono i seguenti problemi:

  • irrorazione sanguigna insufficiente di vari organi, in particolare del cervello e dei reni
  • aritmie cardiache, perdita di conoscenza
  • arresto cardiaco, morte cardiaca improvvisa
  • emorragia pericardica

Cause e trattamento

Cause

  • I vasi sanguigni che apportano sangue al cuore stesso (arterie coronarie) si restringono lentamente in seguito alla formazione di stenosi
  • In seguito alla formazione di coaguli (trombosi), il vaso sanguigno viene improvvisamente occluso
  • Di modo che il tessuto del muscolo cardiaco retrostante non viene più irrorato di sangue causandone la necrosi

Fattori di rischio principali per l’occlusione dei vasi sanguigni

Per ulteriori informazioni sul restringimento dei vasi sanguigni vedasi la voce “Arteriosclerosi”.

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Elettrocardiogramma (ECG)
  • Analisi del sangue (enzimi cardiaci)
  • Sonografia (ecocardiografia)
Possibili terapie
  • Cateterismo cardiaco (stent)
  • Operazione (bypass)
  • Scioglimento del coagulo di sangue con medicamenti

Cosa posso fare da solo?

  • Se sopravvengono i tipici disturbi cardiaci:
    • richiedere quanto prima l’intervento dell’ambulanza
    • tenere la parte superiore del corpo sollevata e possibilmente rilassata
    • far sì che il paziente possa respirare aria fresca
    • aprire i vestiti attillati
    • tranquillizzare se possibile
  • in caso di perdita di conoscenza senza respirazione avvertibile iniziare subito con il primo soccorso (rianimazione)

Prevenire

  • Evitare il sovrappeso
  • Alimentazione equilibrata
  • Sufficiente attività fisica
  • Smettere di fumare
  • Buoni controlli della glicemia, della pressione sanguigna e dei valori dei lipidi nel sangue

Quando andare dal medico?

Ulteriori informazioni

Fondazione svizzera di cardiologia
www.swissheart.ch

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti