Polmonite

La polmonite è causata nella maggior parte dei casi da batteri. È contraddistinta da febbre elevata e tosse, fino ad arrivare a difficoltà respiratoria.

Sommario

La polmonite è causata nella maggior parte dei casi da batteri. È contraddistinta da febbre elevata e tosse, fino ad arrivare a difficoltà respiratoria. Deve essere trattata da un medico.

Sintomi

Si fa distinzione tra polmonite tipica e atipica (vedi "cause e trattamento"):

Polmonite tipica

  • Insorgenza improvvisa con febbre alta e brividi
  • Tosse con espettorato (di solito marrone all'inizio, poi giallo-verdastro)
  • Dolori respiratori, ev. difficoltà respiratoria
  • Colorazione bluastra (cianosi) di labbra e unghie (segno di insufficiente assorbimento di ossigeno da parte dei polmoni)

Polmonite atipica

  • Insorgenza piuttosto lenta con un graduale aumento della febbre
  • La tosse provoca dolore intenso, ma senza espettorato
  • I dolori respiratori sono rari
  • Mal di testa e dolori articolari

La polmonite di solito guarisce nel giro di 10-14 giorni. Tuttavia, la tosse secca può persistere per diverse settimane o mesi.

Complicazioni in casi gravi

La polmonite contratta in ospedale (nosocomiale) è spesso causata da agenti patogeni specifici (ceppi batterici resistenti, funghi) e di solito scatena malattie più gravi.

Cause e trattamento

Cause

Gli agenti patogeni più comuni della polmonite sono i batteri, meno frequentemente virus e funghi. La polmonite si può verificare a qualsiasi età, ma anziani, immunodepressi, neonati e bambini piccoli, sono particolarmente a rischio.

Polmonite tipica
  • Pneumococchi
  • Hämophilus Influenzae
Polmonite atipica
  • Micoplasmi
  • Clamidia
  • Legionella
  • Virus
  • Funghi
Altre cause
  • Aspirazione di liquidi (sangue, succo gastrico, vomito, acqua contaminata ecc.) nell’albero bronchiale
  • Prolungata immobilizzazione a letto (respirazione insufficiente)
  • Respirazione artificiale

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Auscultazione dei polmoni (stetoscopio)
  • Esami del sangue (indici infiammatori)
  • Ricerca di germi nell’espettorato
  • Radiografie
  • TC (tomografia computerizzata)
  • RMN (risonanza magnetica nucleare)
Possibili terapie
  • Antibiotici (in caso di batteri)
  • Eventuale monitoraggio in ospedale

Cosa posso fare da solo?

  • Riposo
  • Leggeri esercizi di movimento e di respirazione, per quanto possibile
  • Bere a sufficienza (per sciogliere l’espettorato)
  • In caso di tosse con espettorato non assumere soppressori della tosse (ritardano la guarigione)

I seguenti rimedi casalinghi possono alleviare la tosse:

  • inalazioni (per es. con tè al timo)
  • bere succo di cipolla o sciroppo di sambuco caldo in piccoli sorsi
  • gli impacchi di patate leniscono la tosse e sciolgono il catarro
  • per anziani, immunodepressi e malati cronici si consigliano le vaccinazioni contro gli pneumococchi

Quando andare dal medico?

Sinonimi

febbre, pleurite, embolia, sepsi, tosse, impacco di patate, inalazioni

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti