Avvelenamento del sangue

Nel caso di avvelenamento del sangue (setticemia o sepsi) l’organismo non è più in grado di debellare un’infezione in corso.

Sommario

Nel caso di avvelenamento del sangue (setticemia o sepsi) l’organismo non è più in grado di debellare un’infezione in corso. Le conseguenze possono essere febbre, confusione mentale, abbassamento della pressione arteriosa e, nel peggiore dei casi, un’insufficienza multiorganica. I capisaldi della terapia sono gli antibiotici e la fluidoterapia somministrata per via endovenosa.

Sintomi

Sintomi principali

  • Febbre, brividi di freddo
  • Confusione mentale, irrequietezza, offuscamento della mente
  • Pelle fredda e pallida
  • Nausea, vomito
  • Diarrea

Altri sintomi

  • Pressione arteriosa molto bassa (shock setticemico)
  • Microemorragie puntiformi (petecchie) o piane
  • Affanno
  • Rigidezza della nuca
  • Mal di pancia
  • Ascessi dovuti alla diffusione di batteri che dal circolo sanguigno giungono agli organi interni
  • Insufficienza multiorganica (blocco di diversi organi, ad es. blocco renale, polmonare o cardiaco)

Cause e trattamento

Cause

La setticemia è originata da un’infezione i cui batteri (più raramente mucosi o virus) fuoriescono e, una volta entrati nel circolo sanguigno, si diffondono all’intero organismo. Le potenziali cause infettive sono:

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

La setticemia è una patologia con un quadro clinico molto grave che comporta un ricovero in terapia intensiva. Pur applicando l’intero protocollo terapeutico, la setticemia può condurre a un’insufficienza multiorganica con conseguenze mortali.

Possibili controlli
  • Analisi del sangue (tra l’altro, individuare la tipologia di batteri)
  • Analisi delle urine
  • Esame colturale di ferite e cateteri
  • Analisi del liquido cerebro spinale
  • Radiografie
  • TC (tomografia computerizzata)
  • Ecografia
  • Risonanza magnetica tomografica (RMT)
Possibili terapie
  • Antibiotici
  • Fluidoterapia per via endovenosa (infusione)
  • Antimicotici
  • farmaci che favoriscono la stabilità circolatoria (ad es. la noradrenalina)
  • Intervento chirurgico
  • Respirazione artificiale
  • Dialisi

Quando andare dal medico?

  • Nel caso di febbre alta in concomitanza con
    • offuscamento della mente
    • confusione mentale o
    • pelle fredda
    • infezione precedente (ad es. cistite)

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti