Malattia di Menière

La malattia di Menière si manifesta con tre sintomi principali: Attacchi di vertigini, acufene (tinnito) e disturbi dell’udito (ipoacusia).

Sommario

La malattia di Menière si manifesta con tre sintomi principali: Attacchi di vertigini, acufene (tinnito) e disturbi dell’udito (ipoacusia). Si tratta di un disturbo funzionale acuto dell’orecchio interno che colpisce l’organo dell’udito e dell’equilibrio. Nel caso di persistenti o ripetuti episodi di vertigini occorre consultare un medico.

Sintomi

Sintomi principali

  • Attacco improvviso che può durare qualche minuto fino a delle ore
  • Vertigini rotatorie:
    • Possono essere talmente forti da impedire alla persona colpita di stare in piedi e camminare
    • L’andatura può essere barcollante come quella di una persona ubriaca
    • Deviazione dell’andatura verso la parte lesa.
    • Movimenti rapidi e oscillatori degli occhi (nistagmo) che impediscono di fissare un oggetto in modo nitido e accentuano le vertigini
  • Tinnito unilaterale (acufene)
    • In tal caso il rumore percepito è simile a un ronzio intenso
    • Inoltre, si avverte una pressione all’interno o dietro l’orecchio colpito
  • Riduzione dell’udito: il manifestarsi di attacchi reiterati o prolungati causano una graduale sordità (ipoacusia)
    • la persistente completa sordità è fenomeno più raro

Altri sintomi

Cause e trattamento

Cause

  • Causa immediata della vertigine:
    • Incremento della pressione nell’organo dell’equilibrio (causata da un aumento del liquido linfatico)
    • L’aumento della linfa è dato da una sproporzione tra formazione ed evacuazione (le cause di tale sproporzione sono sconosciute)
  • Fattori che scatenano un attacco di Menière:
    • Disturbi del metabolismo
    • Focolai infiammatori localizzati soprattutto nelle radici dentali o nella cavità mascellare
    • Reazione eccessiva del sistema immunitario
    • Fattori psichici di diverso tipo
    • Disturbi funzionali del sistema nervoso autonomo dovuti a stress
  • Causa della perdita di udito durante gli attacchi:
    • Danneggiamento delle cellule capillari (nell’orecchio interno) per l’affluire di potassio nella linfa

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Visita neurologica
  • Controllo approfondito dell’udito (audiometria) e dell’organo dell’equilibrio
  • Diagnostica per immagini
    • TC (tomografia computerizzata) e RMT (risonanza magnetica tomografica)
    • Tra l’altro per circoscrivere la malattia di Menière rispetto ad altre patologie all’interno del cranio
Possibili terapie
  • Farmaci contro la nausea e il vomito e tranquillanti
  • Farmaci che favoriscono l’irrorazione sanguigna (anche come terapia a lungo termine post attacco)
  • Nel caso di vertigini prolungate e una marcata limitazione dell’udito:
    • Trattamento farmacologico per disinnescare parti dell’orecchio interno
  • Nel caso di forte sofferenza e dopo il fallimento delle terapie farmacologiche:
    • Interventi chirurgici, tra l’altro per alleviare la pressione auricolare nell’orecchio interno (obiettivo principale: risoluzione degli attacchi di vertigini)
  • In concomitanza: consulenza psicologica e psicoterapeutica di sostegno

Cosa posso fare da solo?

  • Acquisire le strategie necessarie per convivere con lo stato di ipereccitabilità
  • Escogitare metodi adeguati che riducano le limitazioni nella vita quotidiana imposte dalla riduzione dell’udito; apparato acustico
  • Regolare allenamento dell’equilibrio secondo indicazioni del medico o del terapeuta
  • Se nonostante tutto si scatena un attacco:
    • Sdraiarsi con il busto eretto oppure mettersi a letto
    • Eliminare le fonti di rumore provenienti da radio, giradischi o televisione
  • Portare sempre con sé i farmaci contro le vertigini (su prescrizione medica) e assumerli a inizio attacco
  • Occorre orientarsi verso un’altra professione se l’attività esercitata non permette di preservare se stesso e le altre persone dai pericoli di un eventuale attacco di Menière
    • Autisti, piloti, lavoratori edili, ecc.

Quando andare dal medico?

  • Nel caso di vertigini prolungate o ripetute
  • Rapida perdita dell’udito
  • Disturbi della vista e difficoltà nella focalizzazione
  • Andatura disturbata

Sinonimi

Malattia di Menière, morbo di Menière

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti