Ripristinare la flora orale & mantenerla in equilibrio

1253250612 1253250612

Miliardi di batteri e altri organismi vari colonizzano il nostro cavo orale, in perenne lotta tra di loro. Le infezioni o altri segnali sintomatici ci dicono che hanno vinto gli organismi nocivi. Vale dunque la pena di creare le condizioni migliori per il proliferare dei batteri buoni.

Che cosa è la flora batterica?

La flora batterica è l’insieme di miliardi di microrganismi che vivono nella cavità orale; vi fanno parte centinaia di specie di batteri, funghi, virus e organismi monocellulari. Ciascuna persona ha la propria flora orale, che a sua volta dipende da vari fattori, quali alimentazione, igiene orale, età, ecc. La flora orale è una componente del microbioma umano.

Mantenere la flora orale in equilibrio

I microbi buoni presenti nella nostra flora orale ci proteggono dalle ma­lat­tie, mentre quelli cattivi aprono le porte agli agenti patogeni. Una bilancia mantenuta in equilibrio è segno di una flora orale sana. Stress, fumo, alcol, igiene orale insufficiente o ma­lat­tie quali il diabete sono tra le cause di una flora orale cattiva. Si manifesta ad esempio attraverso la formazione di un’evidente patina linguale, oppure sotto forma di alitosi e gengiviti.

In breve

Che cos'è un microbioma?

Con microbioma si intende l’insieme di tutti i microrganismi – ad esempio batteri, funghi e virus – presenti sul e nel nostro corpo. Sono estremamente importanti per la digestione e il nostro sistema immunitario.

Più sulla salute dell’intestino

Cosa si intende per batteri orali buoni e cattivi?

Il batterio streptococcus salivarius, colonizzando la cavità orale, forma una sorta di scudo protettivo contro la proliferazione di agenti patogeni e protegge dagli stati infiammatori. Lo streptrococcus sanguinis contrasta le carie – all’opposto dello streptococcus mutans che, invece, le favorisce. I cosiddetti batteri delle carie (inclusi anche altri), in parole semplici, convertono lo zucchero in acido lattico che, da parte sua, attacca lo smalto dentale. Gli actinomiceti oltre a causare le infezioni orali e l’accumulo di batteri marci sulla lingua, generano l’alitosi. Altri batteri e germi favoriscono invece la parodontite.

Consigli per una flora intestinale più sana

Se l’equilibrio della flora orale risulta alterato, occorre correre ai ripari e liberarsi quanto prima dei batteri nocivi. A tale scopo è importante curare bene l’igiene orale:

  • ricordare di lavarsi i denti almeno due volte e di pulire bene gli interstizi dentali almeno una volta al giorno.
  • L’uso di risciacqui orali a base di fluoruro può supportare l’igiene orale quotidiana. Per contro, si raccomanda di utilizzare i collutori antisettici del cavo orale a base di clorexidina solo per brevi periodi poiché in grado di rimuovere anche i batteri buoni.
  • Visto che una gran parte dei microbi si trova sulla superficie della lingua, è bene dedicarsi una volta al giorno al raschiamento della stessa.
  • È inoltre consigliato sottoporsi periodicamente a delle sedute di igiene dentale eseguite da personale specializzato.

Una flora orale sana va di pari passo con una salivazione sana. Una salivazione sana aiuta a spazzare via batteri e altri microbi, oltre a diluire gli acidi portatori di carie e altre patologie. Per produrre saliva a sufficienza, si consiglia di bere molta acqua.

Qual è il ruolo dell’alimentazione?

Lo zucchero favorisce la proliferazione di alcune specie di batteri. Chi è dunque solito assumere molto zucchero (o cibi elaborati con un alto contenuto di zucchero) offre loro delle condizioni davvero ottimali. Un’alternativa allo zucchero può essere lo xilitolo, vale a dire un sostituto naturale dello zucchero che è addirittura in grado di frenare la produzione dei batteri delle carie. Il tabacco e l’alcol agiscono anch’essi negativamente sulla flora batterica e, quindi, sarebbe opportuno consumarli il meno possibile. Allo stesso modo sono controindicati il caffè e il latte. Gli alimenti molti acidi, ad esempio acqua e limone, espongono al rischio di erosione dentale.

I rimedi casalinghi per il ripristino naturale della flora orale

Per il ripristino naturale della flora orale sono indicati lo yogurt al naturale, la camomilla, la calendula, il tè nero o verde e anche la salvia, la menta, il timo e il prezzemolo. Se dovesse comunque presentarsi un’afta causata da infezione, è sempre utile ricorrere ai rimedi casalinghi, ad esempio all’olio dell’albero del tè.

Panoramica dei premi 2023

Calcolare il premio

Cosa vorrebbe leggere?

Ben assistiti con la CSS

Verificare i sintomi
Ricevere un consiglio, concordare un appuntamento dal medico e molto altro ancora.
Scoprire l'app Well
Coach della salute
Si faccia consigliare personalmente su tematiche riguardanti la salute.
Scoprire il servizio
Seconda opinione medica
Richieda gratuitamente e rapido una seconda opinione.
È facilissimo