Elmintiasi (parassitosi)

I vermi possono insediarsi negli organi del corpo umano e generare varie patologie. Tuttavia, spesso i sintomi sono minimi o addirittura assenti: le manifestazioni cliniche più comuni sono di natura gastrointestinale.

Sommario

I vermi possono insediarsi negli organi del corpo umano e generare varie patologie. Tuttavia, spesso i sintomi sono minimi o addirittura assenti: le manifestazioni cliniche più comuni sono di natura gastrointestinale. Una buona igiene e la cura nel trattamento degli alimenti diminuiscono il rischio di un’infezione.

Sintomi

I sintomi delle patologie dovute ai vermi dipendono dai parassiti infestanti e sono molto diversi fra loro. I disturbi possono essere poco evidenti o addirittura non presentarsi affatto, talora ciò accade solo dopo anni.

Sintomi principali

Ulteriori sintomi (a seconda del parassita)

  • Ossiuriasi (nota anche come enterobiasi) Nelle strutture a carattere comunitario spesso la patologia si trasmette a più persone
    • Prurito anale notturno, segni di graffi e arrossamenti della zona anale
    • Parassiti biancastri visibili nelle feci
    • Nelle bambine è possibile che le larve raggiungano anche la vulva e la vagina (arrossamento, prurito)
  • Ascaridiasi (o ascaridosi) Spesso nessun disturbo
    • Prurito anale
    • Eventuale colorazione giallognola degli occhi e/o della pelle
  • Trichinellosi (o trichinosi)
    • Dolori muscolari
    • Raramente accumulo di liquido e conseguente gonfiore del volto (soprattutto nella zona della bocca)
  • Anchilostomiasi
    • Le larve penetrano nella pelle (perlopiù nel piede); arrossamento e prurito
  • Infezione da taenia saginata o dei bovini (teniasi); spesso nessun disturbo
    • Parti di parassiti biancastri visibili nelle feci
  • Infezione da taenia solium (tenia del maiale):
    • Teniasi: ingestione involontaria di uova o larve di cestodi; spesso nessun disturbo
    • Cisticercosi: assunzione di uova escrete; dolori muscolari, mal di testa
  • Echinococcosi cistica (infezione da tenia del cane); disturbi spesso solo dopo settimane o anni
  • Echinococcosi alveolare (infezione da tenia della volpe); disturbi spesso solo dopo mesi o anni
    • Colorazione giallognola dell’occhio e/o della pelle
  • Difillobotriasi (infezione da tenia dei pesci); spesso nessun disturbo
    • Con il passar del tempo sintomi di carenza di vitamina B12, poiché la tenia dei pesci la assume dall’intestino (p. es. spossatezza e pallore a seguito di anemia)
  • Schistosomiasi (o bilharziosi); disturbi spesso solo dopo settimane o anni
    • Pelle arrossata o che prude intorno ai siti d’entrata del parassita
    • Dolori muscolari
    • Idropisia addominale, emissione di sangue con il vomito
    • Sangue nelle urine, dolori nella minzione
  • Infezione da “pulci delle anatre”: (dermatite da cercarie, “dermatite del bagnante”)
    • Pelle arrossata o che prude intorno ai siti d’entrata del parassita
    • Si nota soprattutto dopo aver fatto il bagno

Cause e trattamento

Cause

A seconda del verme, l’infezione si propaga in vari modi:

  • assunzione a seguito del consumo di alimenti contaminati
  • utilizzo di toilette non pulite
  • carezze a cani/volpi colpiti dal parassita
  • bagno in acque contaminate

Procedura nello studio medico / in ospedale

I controlli e la terapia delle elmintiasi/parassitosi dipendono dai parassiti che le generano. Talvolta non si riesce subito a provare che i vermi siano la causa dei disturbi.

Possibili controlli
  • Esame delle feci e/o dell’urina
  • Scotch test applicando nastro adesivo sull’apertura anale (soprattutto in caso di ossiuriasi)
  • Esami del sangue: indici di infiammazione, determinazione della composizione del sangue, ricerca di anticorpi
  • Prelievo di piccole prove di tessuti (p. es. muscoli, fegato) ed esame al microscopio
  • Esami con ultrasuoni, radiografie, TAC, RMI
Possibili terapie
  • Medicamenti (antielmintici, cosiddetti “vermifughi”)
  • Misure severe di igiene
  • Operazione per rimuovere cisti dovute a vermi (nel caso di tenia del cane, tenia della volpe e forme di cisticercosi dovute alla tenia del maiale)

Cosa posso fare da solo?

Fino a che non effettua un trattamento, la persona espelle vermi, parti di vermi e uova. Quando ci si rende conto della presenza di un’elmintiasi/di una parassitosi, si deve perciò essere rigorosi in materia di igiene:

  • lavarsi le mani con cura e disinfettarle dopo essere andati in bagno.
  • tagliare le unghie lunghe delle mani, altrimenti dopo essere andati in bagno utilizzare anche uno spazzolino per le unghie
  • pulire regolarmente il bagno e disinfettarlo con mezzi adeguati
  • non condividere con altri asciugamani e biancheria di spugna
  • lavare a 95° lenzuola, federe, asciugamani e biancheria di spugna

Prevenire

Molte patologie causate dai vermi possono essere evitate con le giuste misure igieniche e la relativa attenzione. Un buon motto inglese (importante soprattutto quando si è in viaggio) recita: «Cook it, peel it or leave it!», in italiano: “arrostirlo, bollirlo, pelarlo o lasciarlo perdere!”. Anche nella vita di tutti i giorni, alcuni suggerimenti sono utili per evitare un contagio:

  • cuocere accuratamente o congelare a lungo carni e pesci di incerta provenienza
  • lavare bene la verdura cruda, la frutta e le bacche prima di mangiarle
  • lavarsi le mani con cura e disinfettarle dopo essere andati in bagno.
  • far visitare regolarmente gli animali domestici (soprattutto gatti e cani) per verificare se sono affetti da vermi, evitare che i cani mangino le feci o sgraffignino topi
  • evitare di accarezzare animali di latri o far loro le coccole
  • non condividere con altri asciugamani e biancheria di spugna
  • quando si viaggia in Paesi stranieri accertarsi di possibili rischi, particolarmente se ci si reca in regioni tropicali o subtropicali
    • attenzione nel consumo di alimenti crudi (cook it, boil it, peel it or leave it!)
    • acquistare l’acqua in bottiglie chiuse
    • non fare il bagno in acque stagnanti

Quando andare dal medico?

Soprattutto chi ritorna da un viaggio deve recarsi dal medico se si presentano i seguenti sintomi:

  • perdita di peso senza aver modificato le abitudini alimentari
  • presenza di sostanze biancastre nelle feci
  • nausea, vomito, diarrea costanti
  • colorazione giallognola dell’occhio e/o della pelle

Ulteriori informazioni

www.safetravel.ch

Sinonimi

Parassitosi, infezioni da vermi, infezioni da parassiti, ossiuri, ascaridi, nematodi, trematodi, trichinella, elmintiasi, ossuriasi, ascaridiasi, anchilostomiasi, trichinellosi, teniasi, echinococcosi, difillobotriasi, schistosomiasi, bilharziosi, dermatite da cercarie, dermatite del bagnante, pulci delle anatre

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti