Ictus

Si definisce ictus l’interruzione improvvisa dell’irrorazione sanguigna in una determinata parte del cervello.

Sommario

Si definisce ictus l’interruzione improvvisa dell’irrorazione sanguigna in una determinata parte del cervello. A seconda della parte del cervello colpita può causare, ad esempio, paralisi, afasia motoria o disturbi della vista. Se si manifestano sintomi di questo genere si tratta di un caso di urgenza assoluta.

Sintomi

Sintomi principali

  • Emiparesi, paralisi delle braccia o delle gambe in combinazione con disturbi della sensibilità
  • Paralisi della muscolatura del viso
  • Afasia motoria (la persona colpita non è più in grado di pronunciare correttamente le parole oppure non riesce più a parlare affatto, può perdere anche la capacità di comprendere le parole).
  • Disturbi della vista, cecità

Altri sintomi

Disorientamento

Molti dei sintomi della malattia migliorano dopo qualche tempo e con l’aiuto di una terapia. Ma la guarigione completa è comunque possibile solo dopo un ictus leggero. Sovente restano alcuni sintomi (paralisi, afasia). Se il danno è molto grande, l’ictus può anche condurre al decesso.

Cause e trattamento

Cause

  • Occlusione di un vaso sanguigno (di regola a causa di un coagulo di sangue)
  • Emorragia cerebrale

A causa del mancato apporto di sangue, il tessuto cerebrale non riceve ossigeno a sufficienza e questo ne causa la necrosi.

Fattori di rischio

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • TC (tomografia computerizzata)
  • RMI (tomografia a risonanza magnetica)
  • Sonografia dei vasi del collo
Possibili terapie
  • Scioglimento del coagulo di sangue con medicamenti (trombolisi)
  • Interventi con cateteri arteriosi: con una cannula finissima, che viene inserita dall’inguine e spinta fino al vaso sanguigno occluso all’interno del cranio, si asporta o si scioglie il coagulo
  • Operazione (asportazione meccanica del coagulo)
  • Riabilitazione e fisioterapia dopo un ictus

Cosa posso fare da solo?

  • Dieta mediterranea equilibrata
  • Evitare il sovrappeso
  • Sufficiente attività fisica
  • Smettere di fumare

Quando andare dal medico?

  • In caso di sospetto di ictus, si deve allertare con urgenza il medico o il servizio di emergenza (chiamare il 144). In particolare in caso di:
    • paralisi improvvise
    • disturbi improvvisi della parola

Il lasso temporale per ristabilire con successo la circolazione sanguigna varia da sole 3 ore fino a quattro ore e mezza (“il tempo è cervello”).

Ulteriori informazioni

Fondazione Svizzera di Cardiologia
www.swissheart.ch

Sinonimi

apoplessia, colpo apoplettico, ischemia cerebrale, accidente cerebrovascolare, insulto cerebrovascolare, attacco cerebrale

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti