Poliomielite (paralisi infantile)

La poliomielite è una malattia infettiva altamente contagiosa causata da poliovirus.

Sommario

La poliomielite è una malattia infettiva altamente contagiosa causata da poliovirus. Può avere un decorso asintomatico o presentare dei sintomi generali quali spossatezza, febbre, mal di testa e dolori muscolari. Se tuttavia il virus colpisce il sistema nervoso centrale (cervello, midollo spinale) può causare delle paralisi con sintomi di affanno. Sono possibili conseguenze durature. È importante vaccinare se stessi e i propri figli.

Sintomi

  • Il 90% del decorso infettivo non presenta sintomi
  • Il 4-8% non coinvolge il SNC (sistema nervoso centrale, ossia cervello e midollo spinale)
  • SNC coinvolto
    • Infiammazione delle meningi (meningite) con mal di testa, rigidità della nuca dolorosa
    • Dolori alla schiena e crampi muscolari
    • Spesso la testa cade all’indietro nel tentativo di tenerla eretta
    • Poliomielite paralitica (max. 1%): «paralisi del mattino» o nell'arco di qualche ora si manifestano paralisi flaccide, asimmetriche, spesso dolorose
  • Complicazioni
    • Interessano sia il tronco encefalico sia i muscoli della respirazione (problemi respiratori acuti)
    • Sono possibili conseguenze durature

Cause e trattamento

Cause

  • L’agente patogeno della poliomielite è il poliovirus
  • L’uomo è l’unico serbatoio dell’agente patogeno poliovirus
  • Trasmissione
    • Infezione diretta per contatto (dita sporche sulla o nella bocca)
    • Contaminazione di alimenti e acqua
    • Di rado trasmissione per inalazione di goccioline (parlare, starnutire, tossire)
  • Eliminazione del virus
    • In un primo momento tramite le mucose del naso e della cavità orale
    • In seguito, per la durata di max. 6 settimane, eliminazione tramite evacuazione continua delle feci

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Individuare l’infezione: campioni di feci, tampone faringeo o analisi del liquido spinale (liquor)
Possibili terapie
  • La «migliore» terapia è il vaccino
  • Possibile solo la terapia del sintomo (terapia del dolore, riposo a letto)
  • Persone paralitiche: spostare di frequente e muovere passivamente le articolazioni, eventualmente respirazione artificiale
  • Riabilitazione a lungo termine, fisioterapia, talvolta occorre un’assistenza ortopedica

Cosa posso fare da solo?

  • Vaccinazione standard secondo il piano svizzero delle vaccinazioni
    • Richiamo del vaccino (se l’ultimo vaccino risale a > 10 anni)
    • Vaccinarsi continua a essere importante, in particolare in età infantile
  • Profilassi di esposizione in zone a rischio
    • Evitare qualsiasi contatto con i malati
    • Osservare una pulizia meticolosa delle mani, da lavare con il sapone
    • Fare bollire l’acqua e il latte

Quando andare dal medico?

  • Per il vaccino
  • Sintomi di paralisi
  • Affanno
  • Rigidità della nuca
  • Dopo un soggiorno all'estero in zone a rischio

Ulteriori informazioni

Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP)
www.bag.admin.ch/bag/it

Sinonimi

Paralisi infantile, poliomielite, polio

Premi della cassa malati a colpo d’occhio

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti